Torino-Roma, lo sciopero del tifo e la mancanza di dialogo

Torino-Roma, lo sciopero del tifo e la mancanza di dialogo

Editoriale / Contro i giallorossi, i granata non avranno uno stadio compatto alle loro spalle. Il bene del Torino dovrebbe essere il primo obiettivo di tifosi e società

10 commenti

Saranno anche parole di circostanza, ma negli ultimi giorni alcuni giocatori del Torino hanno avuto modo di raccontare come, nell’approcciarsi alla partita con la Roma, contino molto sul fattore Grande Torino. In casa, la storia recente dice che il Toro raramente delude. Un fenomeno che si è manifestato con particolare forza nella scorsa stagione, quando per lunghi mesi la squadra di Mihajlovic giocò due campionati, uno in casa (a ritmo da Champions League) e uno in trasferta (a ritmo da zona retrocessione). Domenica pomeriggio, dell’alchimia tra giocatori e tifosi che spesso ha portato i granata ad ottenere risultati convincenti tra le mura amiche ci sarà grande bisogno, vista la differenza qualitativa tra le due squadre e anche il contrastante confronto tra gli stati di salute di Torino e Roma.

LEGGI: Torino-Roma, la curva Primavera annuncia lo sciopero del tifo

Tuttavia, come è noto, i tifosi della Curva Primavera hanno indetto la scorsa settimana e poi confermato nelle ultime ore uno sciopero del tifo. Molti supporter granata, per protestare contro multe comminate a decine di tifosi per il mancato rispetto del posto assegnato sugli spalti, resteranno fuori dallo stadio per tutta la durata della partita. Premesso che chi subisce una lesione ingiustificata dei propri diritti fa bene a protestare, nei modi e nelle sedi opportune (e certamente nella vicenda delle sopracitate multe c’è qualcosa di poco chiaro: ma non è questo il punto, ora), di certo c’è che il Toro avrebbe bisogno di uno stadio unito e compatto dalla sua parte. Se ciò non avviene, è perchè evidentemente ci sono problemi che vanno risolti, con il contributo di tutte le parti in causa. Ma il bene del Torino, per tifosi e società, dovrebbe essere il fine ultimo da perseguire: su queste colonne rinnoviamo l’auspicio di un dialogo tra tutte le parti per superare le problematiche insorte.

10 commenti

10 commenti

  1. Alberto Fava - 1 mese fa

    Non conosco bene la storia , e leggendo quanto pubblicato continuo a comprendere poco, se non che ci sarebbero Fratelli multati perché avrebbero occupato un posto diverso da quello assegnato.
    In ogni caso non vorrei pensare o scrivere cose errate, aspetto di capire e vedere l’epilogo.
    Ma avendo amici che frequentano e sono abbonati in Primavera, e conoscendoli come grandi Tifosi, sono sicuro che non faranno mancare il loro più caldo sostegno alla Squadra.
    Come sempre.
    FVCG e Forza Curva Primavera!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawda - 1 mese fa

    Il problema a mio parere non e’ tanto l’entita’ della cifra su cui non c’e’ molto da discutere ma sulla ragione che ha portato a questo provvedimento e sull’equita’ di trattamento che mi pare non ci sia stata. Questo perche’ le sanzioni sono state fatte unicamente ad una curva, non toccando la Maratona e stento a credere che li ognuno rispetti rigorosamente il proprio posto; difficilmente la Questura ha agito di propria iniziativa ma molto probabilmente dietro l’input della societa’ e sarebbe stato giornalisticamente corretto andare a domandarne le motivazioni al Torino. Auspicare un dialogo quando una delle due parti sembra poter essere parte attiva nella sanzioni mi sembra inutile e deontologicamente scorretto, invece mi parrebbe giornalisticamente corretto cercare di fare la massima chiarezza il piu’ in fretta possibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13652724 - 1 mese fa

    Capisco le motivazioni di quei tifosi, ma ora è fondamentale aiutare i ragazzi per riprendere un minimo di fiducia persa nelle ultime due partite…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Spygor - 1 mese fa

    Certo che con i problemi che ci sono già,non è il massimo questa situazione,non sono a conoscenza se non per quello che ho letto,ma mi sembra assurdo che qualcuno debba rimetterci per avere fatto degli sbagli,per lo meno,la punizione o multa,dovrebbe essere comminata in base all’infrazione.Dentro allo stadio siamo tutti uniti,a tifare Toro benché a volte,ci siano divergenze.Ci sta che non si pensi sempre allo stesso modo,ma questa situazione mi sembra la classica dove si dice “tirarsi la zappa sui piedi”,cerchiamo di risolvere la cosa e andare tutti a tifare Toro,contro la Roma serve il 12 uomo,dov’è finito lo spirito che ha sempre contraddistinto la tifoseria del Toro da altre?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ribaldo - 1 mese fa

    Si continua ad aver sentito solo una parte. Perchè le altre tacciono?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ale007 - 1 mese fa

    protesta più che legittima… 500 euro di multa per non aver rispettato il proprio posto in curva mi sembra esagerato…. sembra quasi un provvedimmento ad hoc contro quei tifosi scomodi o non allineati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Athletic - 1 mese fa

    Conosco la questione solo superficialmente, per aver letto il comunicato dei tifosi, speravo in una risposta da parte della società e delle istituzioni, ma pare non ne siano arrivate. In clima di mal sopportazione da una parte della tifoseria nei confronti del tecnico, di una mancanza di risultati, e aggiungerei di insicurezza della squadra, questo sciopero, di cui non contesto le ragioni, cade proprio nel momento sbagliato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. torotranquillo - 1 mese fa

    Di questi tifosi è sempre meglio fare a meno. Tipo quelli che a Roma per due anni hanno contestato le norma GIUSTE sul controllo biglietti per poi fare casino (vedi Milan Roma) appena le hanno tolte. Mi sembrano tifosi come quelli disfattisti (alcuni si intende) che scrivono qua per cui tutto è schifo, monnezza e catastrofe.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. ribaldo - 1 mese fa

    se siete veramente convinti che sia necessario è giusto lo facciate, evitate solo di pretendere che tutti siano d’accordo.

    Ho paura, paura in senso letterale, che ci sia dietro qualche altro motivo meno “nobile”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maraton - 1 mese fa

      vedi..io quando sento parlare di contestazioni nell’ambiente TORO, mi ricordo le contestazioni ad un galantuomo come sergio rossi, costretto ad andarsene. quello fù il principio della fine. se negli ultimi 25 anni avessimo avuto delle presidenze serie ora non saremmo qui a sperare un posto in europa, ma ci saremmo stabilmente, non avremmo depauperato un bacino d’utenza e di tifo in tutta italia, forse avremmo anche strutture di PROPRIETA’ (che non abbiamo). fermo restando che 500 euro di multa per aver rispettato il posto in curva sono un vero e proprio ricatto per chi il tifo lo vive in maniera viscerale.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy