Il Toro sfida la Roma senza paure

Il Toro sfida la Roma senza paure

L’editoriale di Gino Strippoli / Granata vogliosi di iniziare bene la prima con gol

di Gino Strippoli

Inizia il campionato e il Toro, nello Stadio Grande Torino, inizia il suo cammino guidato da Mazzarri contro un avversario molto difficile. È altrettanto vero che spesso affrontare le squadre di un certo livello ad inizio campionato quando ancora i meccanismi non sono ben oliati per gli avversari può rivelarsi positivo. Il Torino arriva da una campagna acquisti all’ insegna dell’ equilibrio tattico grazie a giocatori di alto livello tecnico come Izzo, Soriano, e Zaza, senza dimenticare Bremer, Meité, Ola Aina e Djidji che sono da testare nel campionato italiano ma dalle indubbie qualità tecniche. La svolta Mazzarri si è vista in questo calciomercato ed oggi si può dire esplicitamente che questo organico è il Toro di Mazzarri. Tutto ciò contando  anche le conferme dei più forti  da Belotti , a Falque, Nkoulou e Baselli. Tutto ciò può essere un buon viatico di entusiasmo per esordire in campionato questa sera provando a vincere al di là della forza dell’ avversario.

È chiaro che gli ultimi arrivati andranno a sedersi in panchina e sicuramente applauditi da tutto il popolo granata. Però non spiacerebbe certo vedere in campo, magari negli ultimi minuti finali, qualcuno dei nuovi acquisti.
Contro la squadra di Di Francesco il Toro dovrebbe scendere in campo con la stessa formazione dell’ ultima partita di Coppa Italia , con Berenguer ancora terzino sinistro, vista la squalifica di Ansaldi, mentre Meité dovrebbe far parte del trio di centrocampo insieme a Baselli e Rincon, a destra invece il solito De Silvestri.

In difesa a completare la linea ci sarà ancora Moretti insieme a Izzo e Nkoulou. Quindi niente sorprese ma una formazione in parte già oliata nei meccanismi dalle amichevoli e dalla Coppa Italia. Ci sarà tempo per vedere in campo la coppia Belotti – Zaza , sicuramente una della più forti del campionato italiano, due giocatori espressioni di carattere Toro, due che hanno nel loro dna la voglia di conquistare palla, di battersi sino all’ultimo respiro. Idem dicasi per Soriano, giocatore di caratura internazionale, che potrà solo aggiungere qualità e quantità in mezzo al campo granata. Tempo al tempo senza fretta. A Mazzarri il compito di amalgamare nel gioco granata i nuovi acquisti.

Oggi quindi c’è la Roma che ha messo in mezzo al campo un colosso dal nome Nzonzi (vedremo se poi giocherà dall’ inizio o si siederà in panchina). Poi un fuoriclasse dal nome Pastore sicuramente in campo dall’inizio insieme a De Rossi e Strootman. In avanti la retroguardia granata dovrà fare i conti con Dzeko, Under e uno tra El Shaarawy e il giovane Kluivert. Inutile nascondere le difficoltà che i giocatori granata potranno trovare in campo ma è anche un giusto test per vedere il livello che ha raggiunto il Toro, ricordando che per gustarsi il vero Toro bisognerà aspettare ancora un po’ quando anche i nuovi arrivi potranno dire la loro in campo.

3 Commenta qui
  1. FVCG'59 - 2 mesi fa

    When the going gets tough, the toughs get going! FVCG la Roma inizia ad essere una bella sfida per iniziare bene un campionato: iniziamo a dimostrare che non abbiamo più paura ma solo voglia di giocarcela.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13758358 - 2 mesi fa

    nzonzi non convocato
    mimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. FV♥️G - 2 mesi fa

    Incrociamo le dita…e non importa se vinci o no quello che conta è che sempre ti amerò SEMPRE E SOLO FORZA TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy