A Roma come a Milano: Toro, con la Lazio gioca a viso aperto

A Roma come a Milano: Toro, con la Lazio gioca a viso aperto

La Lavagna tattica / La squadra granata deve dimostrare di valere almeno 26/27 punti al termine del girone d’andata: bisogna prendere esempio dalla sfida contro l’Inter, purtroppo caso isolato

di Lello Vernacchia

Partiamo da un presupposto: con la Lazio è difficilissima, ma c’è da dire che è la prima di tre partite pesanti. C’è la Lazio, il Napoli in casa e poi la Roma in Coppa Italia. Chi ben comincia è a metà dell’opera, ma se invece non si comincia bene la situazione diventa pesante. Nelle ultime cinque, il Toro ha collezionato una sola vittoria e tutti pareggi. Facciamo gol con il contagocce.

LAZIO SQUADRA OSTICA – A Roma con la Lazio bisogna fare attenzione, è nei quartieri alti con merito: hanno un allenatore che li ha inquadrati bene, e sono sbocciati – come spesso da quelle parti accade – giocatori come Milinkovic-Savic e un un altro che mi piace moltissimo, come Felipe Anderson. È un giocatore che può fare comodo ad Inzaghi, al rientro da un lungo stop.

TORO, ORA LA SVOLTA – Il Torino deve cambiare registro, contro l’Atalanta soprattutto il secondo tempo è stato demoralizzante. La Dea di questi tempi è ostica, ma il Toro aveva tutte le qualità per venirne fuori. I motivi per cui non ci riesce li saprà Mihajlovic, ma io non capisco perché dice: “Voglio il Toro dello scorso anno”. Basta guardarsi in indietro: un anno è passato, e noi siamo a 20 punti. Dopo Lazio e Napoli ci sono partite contro squadre che lottano per non retrocedere, partite ostiche. Il Toro deve far vedere di essere una squadra da 26-27 punti a questo punto.

LE MOSSE TATTICHE – A centrocampo il più adatto da mettere davanti alla difesa sembra Valdifiori: ha sempre giocato lì, non come Rincon. Occhio a Lukaku, un cambio passo in fascia interessante, e ad Immobile, che farebbe carte false per fare un gol o due al Torino. La partita secondo me è da affrontare a viso aperto, se si inizia a subire stando dentro l’area diventa difficile. Questa può essere la partita della rivalsa del Toro, che deve rimettere in campo la prestazione di Milano contro l’Inter: è l’unica medicina.

4 Commenta qui
  1. user-13657769 - 10 mesi fa

    PoSsiamo giocarla anche in 15….
    Ci asfaltano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13657769 - 10 mesi fa

    Ahahahahahaah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Granatissimo1973 - 10 mesi fa

    Si giocare a viso aperto con la lazio è un ottima idea…immobile già si lecca i baffi…tipo il gatto quando vede il t….oro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13691363 - 10 mesi fa

    Andiamo a giocarcela per vincere, con intelligenza e con cattiveria, torniamo a mettere il cuore in campo e giochiamo senza paura evitando di fare solo il compitino. Dai che la portiamo a casa e svoltiamo questa stagione anonima! FORZA TORO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy