Toro, un fuoco da riaccendere

Toro, un fuoco da riaccendere

Buonanotte granata / Il Toro, dopo l’ennesimo pareggio, ha bisogno di invertire la rotta per appassionare e divertire di nuovo

di Cristina Raviola,

Dopo l’ennesimo pareggio, e l’obiettivo dell’Europa che rimane sì a portata di mano, ma solo perchè altri non fanno meglio, il fuoco che divampa nei cuori granata ha la potenza di un piccolo cerino.

Settimana dopo settimana, sembra svanire sempre più anche quella sezione più testarda, di cui ho sempre fatto parte, che sperava nella prossima gara, nella prossima prestazione. Il campionato è ancora lungo, e non vorrei ad un certo punto trovarmi a dire “purtroppo”, come è capitato nell’ultima parte dello scorso campionato, quando la mancanza di traguardi fattibili e di grinta avevano tolto divertimento alle nostre domeniche.

E’un peccato vedere il Toro galleggiare senza meta, con piccole scintille di orgoglio che non bastano più a risanare le ferite dato dal vuoto di intenzioni. E non è nemmeno più il momento di cercare colpe o colpevoli, perchè l’apatia si respira un po’ovunque, a tutti i livelli.

E’ora che qualcosa cambi, perchè non è tardi per recuperare un po’di quel fuoco e non sarà semplice farlo contro due squadre come Lazio e Napoli. Ma si può far vedere comunque qualcosa in più, si può fare meglio.

Noi aspettiamo ancora, sperando di ricominciare a divertirci e a dare legna al cerino, perchè poi alla fine la speranza non l’abbandoniamo mai.

Buonanotte granata…


 

Laureanda in Scienze della comunicazione ed imprenditrice, un cuore granata da 34 anni. Da tre stagioni a tvvarna, condivido la mia insonnia post-partita e i miei sogni, primo tra tutti quello di un calcio fatto solo di emozioni e di un Toro composto da giocatori-bandiere.

10 Commenta qui
  1. Pimpa - 8 mesi fa

    Quando si ha a che fare con un presidente che continua imperterrito a commettere errori incredibili nella scelta degli allenatori e sistematicamente,pur avendo un bel gruzzoletto in cassa,risparmia per indebolire la squadra.
    Quando si ha un ds che per un colpo che azzecca dieci ne sbaglia e dimostra anch’egli la sua incompetenza nell’eseguire le operazioni di mercato dettate da un incapace,invece di imporsi per far capire al presidente,che di calcio niente ne capisce,che seguire quelle indicazioni significa precipitare nel baratro,non puntare all’Europa.
    Quando in rosa si hanno giocatori,salvo due, che o fanno tenerezza da quanto sono scarsi,o sono mezzi giocatori,o sono cronicamente rotti,o che devono ringraziare padre pio di giocare nel Toro perché rappresentiamo il massimo traguardo professionale per le loro capacità.
    Quando hai uno staff medico che sciorina supercazzole per tentare di coprire anche la ridicola possanza e resistenza fisica dei nostri calcianti.
    Quando si continuano a leggere così detti articoli che tentano miseramente di mistificare ogni aspetto della realtà granata con stomachevoli dosi di melassa che non fanno altro che aumentare i conati di vomito.
    Quando, di fronte a questo incontinente disastro, non si pensa ad altro di meglio che ad affidare la squadra a un mandriano (termine icastico) che,per di più,viene incensato per un anno e mezzo come il più capace vessillifero dello spirito granata (quale?) e non ci si accorge che in realtà ha seminato gramigna dovunque è andato.
    Quando i tifosi, quei 68 audaci che ancora vanno allo stadio,invece di porre in atto l’unica manifestazione possibile,id est striscioni e contestazioni a tutto spiano contro presidente ds e mandriano (i giocatori,se sono impresentabili,scarsi,incostanti,smidollati non è colpa loro),no,fischiettano a fine partita.
    Quando si assiste a tutto questo,chiedo,con quale legna si vorrebbe accendere il fuoco?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ribaldo - 8 mesi fa

      quando si leggono post come questi…..
      quando allo stadio ci sono i 68 audaci e quelli che allo stadio non ci vanno mai stanno alla tastiera…..
      quando ci sono (anche solo pochi per fortuna) tifosi così…….
      quando ci si crede depositari della verità…..
      quando non si sà cosa vuol dire “icastico” (probabilmente)……
      quando un disastro viene definito “incontinente” …..
      quando si prova “tenerezza” per dei calciatori (salvo due o tre)……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pimpa - 8 mesi fa

        Manca la conclusione,ribaldo:che succede?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. user-13693815 - 8 mesi fa

      Bravo pimpa, hai detto tutto ciò che penso io. Per fortuna qualche tifoso granata col cervello è rimasto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. stto1962 - 8 mesi fa

    Purtroppo in tanti hanno abbassato L interesse verso qualcosa che è solo più rappresentato e non emulo di quello che è stato (senza voler arrivare alle squadre super che abbiamo avuto ma a quelle dignitose che abbiamo sempre avuto fino a borsano).Quando vedo una squadra che atleticamente sembra priva di energie, tatticamente è un rebus anche per i giocatori stessi , diventa veramente difficile seguirla. Continuiamo a giocare senza obiettivi, certi che solo miracoli possono portare punti contro quelle davanti a noi, costantemente vittime sacrificali prive di orgoglio e dignità….Le vediamo solo noi queste cose o bisogna avere il coraggio di denunciarle?Ci soffro tremendamente a non potermi godere partite dove si dà tutto poi magari si perde ma il nostro colore è stato portato con onore. Se questo non è realizzabile o si interviene sulla squadra e su tutti i ruoli che la compongono o sempre di più si raffredderanno i cuori…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Alberto Fava - 8 mesi fa

    Riguardo alla “ sezione testarda” che viene citata nell’articolo, magari sarà anche vero che di starebbe assottigliando, tengo a ribadire che il sottoscritto continua a farne orgogliosamente parte, e sarà lì da bravo “bugianen”, finché la matematica , unica e vera giudice dirà stop.
    Poi vedremo il futuro Granata.
    Quanto al fatto di essere in pochi, non so come abbia fatto il redattore o meglio la redattrice contarli .
    A meno che non si basi su quel drappello di 40, 50? Forse 100? Maicuntent che commentano su TN.
    Penso che a costoro non andrebbe bene nessuno per il Toro, a partire dal gran capo in testa fino alla donna delle pulizie.
    Magari vorrebbero un Toro “ personalizzato ad hoc”, ma visto, anzi letto che anche tra loro esistono delle grandi differenze di pensiero : chi vorrebbe cestinare Cairo, chi Petrachi, che Mihailovic, chi 2 dei 3, chi tutti e 3, per non parlare dei giocatori; allora ci vorrebbero almeno una cinquantina di Tori diversi.
    Ma visto che ciò non è possibile, io mi tengo quello che ho, lo tifo e continuerò a far parte della suddetta “ sezione testarda”.
    Fino alla fine!
    PS – lasciamo perdere benzina e cerini, e’ roba da piromani. Lasciamo comandare il cuore…..
    FVCG sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spelli_446 - 8 mesi fa

      Caro Alberto Fava apprezzo sempre la signorilità che contraddistingue i tuoi interventi sempre pacati e obiettivi. Detto questo,pur essendo d’accordo con te sul fatto di continuare a incitare e supportare la squadra,ritengo che su queste pagine si possa liberamente criticare ciò che non va nel nostro Toro , sempre nei limiti del lecito. Come ho già scritto in altri post a volte la critica è dura e spietata anche per il troppo amore verso i nostri colori che vorremmo sempre vedere coperti di sudore,ardore e coraggio a prescindere dal risultato . Del resto il carattere sanguigno fa parte del nostro DNA. Forse mi consideri parte dei maicuntent come dici tu,ma quando vedevo Pulici e Graziani scardinare le difese avversarie ero contento eccome ! Un saluto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 8 mesi fa

        Caro spelli_44, grazie del saluto che contraccambio, e ti auguro buona domenica.
        Per quanto riguarda il tuo commento, certo che anch’io come te ricordo i Gemelli, il Toro del 76, 77, Sala e Radice.
        Mi piacerebbe rivivere quelle belle emozioni, ma mi rendo anche conto di come il calcio sia cambiato in maniera esponenziale.
        Ovviamente in peggio secondo il mio parere, e non sto ad elencarne i motivi, più o meno sono quelli che tutti possiamo vedere.
        E quindi di conseguenza le possibilità di rivivere quelle gioie di cui dicevamo sopra, diventano sempre più risicate.
        Ma l’attaccamento ai colori, alla Storia ed alla tradizione rimante intonso ed intatto, non c’e stato, non c’e e non ci sarà mai alcun Presidente, Mister o Giocatore che potrà mai sporcarlo od offuscarlo.
        Loro, dopo gli Invincibile e gli scudettati ( neanche tutti) sono stati e saranno delle meteore che passano, quindi finché rimarranno con noi, io li considererò i migliori al mondo e sono pronto a giustificarli quasi sempre.
        Ovvio che quando veramente stanno al di sotto delle aspettative, e non faccio nomi perché qui sopra li hanno già quasi consumati a furia di maledirli , anch’io non sono contento e li critico con chi tifa Toro come me.
        Ma non mi sognerei mai di insultarli, deriderli, minimizzarli o addirittura che il Toro perda pur di non vederli più nel Toro.
        Questo per me sa di “ suicidio sportivo”.
        Ed io voglio “ vivere” la mia passione orgogliosa e Granata.
        Scusami per il “ romanzo” , per la lungaggine, e ti ringrazio per la pazienza se hai letto tutto ! :-)
        FVCG ciao

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Wendok - 8 mesi fa

    oltre i fiammiferi proporrei anche della benzina.
    ma è possibile scindere da parte di chi scrive gli articoli, la parte emotiva e “tifosa” da quella oggettiva ? per carità, magari ci saranno gare alla morte con impegno e agonismo da vendere. ma come nn si fa a non vedere w capire l involuzione TOTALE di gioco, impegno, agonismo, schemi. Sono l unico che nota che persino sulle rimesse laterali con le mani si perde spesso palla ?!!! o con schemi avventuristici su calci d angolo ?
    ripeto che occorre un cambio di mentalità di TUTTO l ambiente. occorre dare una impronta di severità ( in futuro ) per gli impegni quotidiani: allenamenti e partite.
    con la rosa che abbiamo, fare un campinato come questo è senza commento alcuno. sono semplicemente INGUARDABILI. e ingiustificabili.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Granatissimo1973 - 8 mesi fa

    Proviamo con i fiammiferi……

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy