Toro, punto e a capo

Toro, punto e a capo

Buonanotte granata/Il campionato volge al termine, e ora c’è tempo per il Toro per fermarsi, progettare e ricominciare

di Cristina Raviola,

Ultima giornata e ultima gara del Toro, in un campionato finito da settimane, per mancato raggiungimento di obbiettivi, veri o presunti.

Questa stagione è stata caratterizzata dai tentativi: tentati differenti moduli, differenti rincalzi, e poi un differente allenatore. A pensarci bene, col senno di poi (di cui sono pieni i finali di stagione), sarebbe stato meglio un differente obbiettivo o, meglio ancora, un differente approccio al mercato estivo e soprattutto a quello di riparazione.

La stagione in chiaro scuro di Andrea Belotti ha messo in luce il fatto che una vera alternativa non c’era, e che, di nuovo, abbiamo affrontato una stagione con delle mancanze. Strade imboccate, provate, e altri dietrofront. Alti e bassi, sia con Miha che con l’allenatore attuale, con carenze nella squadra e nell’approccio alle gare, e un malcontento generale. Perchè noi tifosi credevamo all’Europa, e ora come ora importa poco di chi fosse realmente questo traguardo da raggiungere, perchè dovremmo essere concordi sul fatto che noi non ci meritiamo nulla di meno.

Quindi, dopo il match di domani contro i rossoblu: reset, punto e a capo. C’è tempo un’estate per imparare dagli errori, per salvare il salvabile di tutto quello che è stato quest’anno, e di intraprendere una strada senza tornare di nuovo indietro sui propri passi. I prossimi mesi saranno l’ago della bilancia che mostrerà quanto tutti credono davvero in un progetto sul Toro, a partire dalla società, per arrivare ad un allenatore che dovrà veder accordate le proprie richieste.

Noi, d’altro canto, aspettiamo l’annata giusta per tornare a divertirci davvero.

Buonanotte granata…

Laureanda in Scienze della comunicazione ed imprenditrice, un cuore granata da 34 anni. Da tre stagioni a tvvarna, condivido la mia insonnia post-partita e i miei sogni, primo tra tutti quello di un calcio fatto solo di emozioni e di un Toro composto da giocatori-bandiere.

14 Commenta qui
  1. Granat....iere di Sardegna - 1 mese fa

    Il reset si fa cambiando anche la politica societaria. Posto che il presidente può cambiarsi solo se lo decide lui, sarebbe stato auspicabile cambiare almeno il ds che ormai fa mercato solo pensando alla propria vanità personale e professionale, alla spasmodica ricerca del colpo che ti fa fare valenze in futuro, pazienza se la squadra ha delle carenze…Io stavolta illusioni non me ne faccio, con petrachi non si va da nessuna parte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 1 mese fa

      E dove lo trova un altro Petrachi che gli compra i bidoni in sconto e non si lamenta? :)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marino - 1 mese fa

        Hai voglia, qui di yesmen ne trova quanti ne vuole e pure gratis, onorati di essere presi per i fondelli da 14 anni.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Theblizzard - 1 mese fa

    Da anni a ripetere le medesime cantilene trite e ritrite “ non commetteremo più certi errori “ , “ abbiamo capito che il progetto ha bisogno di…..” ma nulla cambia! Noi granata , fieri di esserlo, sempre a roderci il fegato mentre i Gobbi schifosi festeggiano ! Io mi sono rotto! BASTA CON QUESTA STORIA E NN SI TIRI FUORI IL DISCORSO ARBITRALE! Loro vincono noi siam dei perdenti nati, buoni solo a pensare ancora al grande Torino e a Meroni! Grandissimi ricordi ma sono il passato io vorrei un presente e un futuro vincente del passato nn mi interessa più!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

      I periferici vincono perché gli è stato regalato uno stadio pagato da noi contribuenti (unico caso al mondo!!!), perché solo in Italia c’è una ripartizione dei diritti televisivi tutta a favore loro (unico caso in Europa) che determina uno squilibrio incolmabile tra loro e gli altri che gli consente di acquistare i migliori giocatori sottraendoli ai loro più forti competitors higuain e pjanic per fare solo 2 esempi) e vincono per la sudditanza esistente nei loro confronti da parte di una classe arbitrale mediocre.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marino - 1 mese fa

        E perchè noi li facciamo vincere, visto che con noi sono 6 punti assicurati a stagione. Una squadra di servi e tu vorresti anche che la gente avesse il dovere di portare i soldi allo stadio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

          [email protected] ovviamente pensala come vuoi. Con te non interloquisco vista la tua ineducazione nei miei confronti in precedenti post.
          Buona vita granata e a mai più spero

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

    Sti impediti di gobbi neppure un pullman sanno guidare.
    Ridicoli fino alla fine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Theblizzard - 1 mese fa

      Sarà come dici tu ma io mi son rotto di stare alla finestra e vederli festeggiare mentre noi siam sempre se solo contenti se vinciamo un derby in 10 anni! Abbiamo anche noi tifosi la mentalità da perdenti e poco volta al futuro! Scommetti che ci sarà una levata di popolo se arriva Zaza? A me se segna e ci fa vincere frega nulla se è stato gobbo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

        Su Zaza la penso come te.
        Noi tifosi dobbiamo semplicemente riempire lo stadio e star vicino ai ragazzi per non dar alibi a dirigenti e giocatori

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. byfolko - 1 mese fa

        Quindi pensi la stessa cosa anche di Pasquale Bruno? Avercene giocatori cosi’.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. dariog - 1 mese fa

      l’ho pensato pure io 😀

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. silviot64 - 1 mese fa

    Siamo maghi nel reset. Sono anni e anni che resettiamo. Nel limite del possibile si cerchino di evitare articoli del genere che sono una presa in giro verso gli appassionati sostenitori .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Andrea Valentino - 1 mese fa

    C’è tempo per progettare il nulla, come da 13 anni a questa parte. W Cairo il cialtrone, continua così e faremo strada, si la strada che ci porterà dritti al circo a far ridere la gente. Scrivete articoli seri e non da lacchè come al solito

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy