Il saluto di un capitano, unica e vera emozione per la gente del Toro

Il saluto di un capitano, unica e vera emozione per la gente del Toro

Buonanotte granata/Prestazione incompleta del Toro e occhi puntati sul saluto di Giuseppe Vives alla gente granata

11 commenti

C’è poco da dire, e poco da scrivere, di questo primo pomeriggio e di questo Toro incompleto che ancora non vince e che gioca un pezzo di partita, per poi buttare via tutto il resto. C’è poco da verbalizzare ancora su ciò che manca al Toro, sul futuro che potrebbe prospettarsi, se non fosse che la chiusura del mercato si sta avvicinando e, a conti fatti, nulla è stato aggiunto realmente. Nessuna emozione oggi da mettere su carta o schermo, per questi 90 minuti di calcio, con un copione che comincia a diventare davvero stretto e che ci allontana da sogni o illusioni di inizio campionato.

Tanto invece da raccontare, e tanto da ricordare, in quella manciata di minuti a fine gara, su quel giocatore, quell’uomo, Giuseppe Vives, che oggi ci saluta e si avvia alla Pro Vercelli. Le sue lacrime, da uomo onesto, schivo e sincero fanno da contorno a questo arrivederci, si mescolano alle nostre e sono lo specchio di qualcosa di finalmente verace, in un calcio fatto ormai di tante figurine.

Grazie capitan Vives, per questi anni, per il tuo spirito e per la tua serietà. Grazie per il tuo cuore da capitano, eroe degli ultimi romantici come me che, con il suo impegno, non ci ha mai deluso, nè in campo nè fuori. Grazie per avermi regalato, tra le tue e le mie lacrime, in questo pomeriggio senza slanci, l’emozione del tuo saluto, che ricorderò per sempre.
Una parentesi sofferta di vero Toro, in un momento di incognite e punti interrogativi su un futuro che non sembra roseo e che tra due giorni vedrà davvero nella chiusura del mercato di riparazione, la direzione presa.

Buonanotte granata…

11 commenti

11 commenti

  1. Fabry - 10 mesi fa

    Il momento più emozionante della partita di ieri,ultimo baluardo della risalita in A,vero capitano prima uomo che calciatore mai una parola sopra le righe più fatti e poche parole ce ne fossero,poca considerazione dal mago che siede in panchina adesso,ciao vero capitano hai onorato la maglia sempre grazie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Calogero - 10 mesi fa

    Spiace notare come il calcio sia diventato così freddo e privo di sentimento. Mi rammarica il fatto che il mister non abbia concesso l’ultima gara a Giuseppe Vives, anche solo un tempo per salutare il suo pubblico dal campo, invece niente. Ritengo sarebbe stato un onore che questo ragazzo si è guadagnato sul campo e negarglielo a mio modo di vedere non è stato corretto. Ha subito le sue contestazioni rispondendo con il lavoro sul campo e credendo nel Torino. Da sportivo e tifoso non mi rimane che salutare e ringraziare Vives augurandogli il meglio per il suo futuro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Zagor - 10 mesi fa

    Almeno Ventura a Bianchi aveva concesso qualche minuto per il congedo…e a parte il goal è stato un bel gesto. Oggi neanche questo. Che delusione come uomo, visto che ad inizio campionato aveva usato usato questo paragone con un cosidetto traditore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ddavide69 - 10 mesi fa

    Grande

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. TORO1960 - 10 mesi fa

    C

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Wallandbauf - 10 mesi fa

    C’è più granata in una singola umile lacrima di Vives che in mille parole sbandierate a favore di telecamera..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Akatoro - 10 mesi fa

    sempre comunque Uno di Noi. Uno che ha saputo Amare la nostra Maglia, Uno che il Toro gli è entrato nel cuore, come a noi tifosi, che da bambini scegliemmo Questa sponda del Po.
    Grazie Peppino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. bertu62 - 10 mesi fa

    Forse si poteva (e doveva…) trovare anche il modo per fargli fare gli ultimi 2 minuti di partita: un cambio (stranamente….) Sinisa lo aveva ancora, e ripeto si poteva anzi DOVEVA fargli fare almeno 2 minuti……A meno che IL GOBBO “Gaspero” non ne avrebbe approfittato (capacissimo, da GOBBO com’è nell’anima..)…
    Però è un arrivederci!
    Tornerai non più da calciatore ma DA UOMO in Società, ad occuparti di questioni di campo, di giocatori e di azienda….Si troverà uno spazio per Te!
    PIU’ CAPITANO DI GLIK!
    FVCG!!!
    SEMPRE!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Luke - 10 mesi fa

    Vives non è un fenomeno, ma è uno di quei giocatori che non puoi non apprezzare: è arrivato in serie B e ha accompagnato il Toro fino in Europa League (il rigore a Bilbao me lo ricordo bene), sempre sudando la maglia come pochi altri e dando tutto quello che aveva. Ha dato tanto al Toro, tutto quello che poteva dare, e anche se in alcune occasioni si sono visti i suoi limiti tecnici penso che mancherà a questa squadra, sia per l’attaccamento alla maglia, sia perché questo Valdifiori non è fenomenale come speravamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. rogerfederer - 10 mesi fa

    Grande PROFESSÒ…uno dei gladiatori del San Mames..un esempio per i giovani…GRAZIE!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. LondraGranata - 10 mesi fa

    Nessuna emozione? Una sola emozione: la rabbia

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy