Ecco Ljajic, ecco il Toro

Ecco Ljajic, ecco il Toro

Buonanotte granata/Un’altra gara giocata al meglio da Adem Ljajic: il Toro non può certamente fare a meno di lui

di Cristina Raviola,

Il Toro sembra improvvisamente diventato un treno impazzito che divora le squadre che si mettono sul suo cammino, e fa muro contro formazioni importanti, come oggi l’Inter, ad esempio.

Difficile dimenticare lo stato d’animo di poco meno di un mese fa, ma va detto che i nostri ragazzi si avviano verso un finale di stagione che sembra restituire entusiasmo, ma allo stesso tempo rammarico per quello che si poteva fare anche solo un paio di partite prima.

Certo è che il Toro non può mettersi in campo, sperando di fare risultati, senza l’uomo tecnicamente più forte che abbiamo: Adem Ljajic. Immagino che il mister abbia avuto qualche motivo particolare per non farlo giocare prima, ma continuo a non comprendere quale possa essere.

Nelle ultime due gare, e negli ultimi minuti del match contro la Fiorentina, il suo tocco si è visto eccome, la voglia di incidere e la capacità di risolvere gare importanti grazie alle sue giocate è qualcosa di cui questo Toro non può certo fare a meno, e in questa stagione non ha potuto certamente permettersi anche la sua assenza.

Un altro vero pilastro in campo è, come al solito Nicolas N’Koulou, una vera sicurezza, indispensabile oggi insieme a tutto il reparto difensivo, che ci ha permesso di mantenere questo risultato. Bravi tutti, quindi, e ora andiamo avanti, finendo la stagione con molti insegnamenti da portarci dietro per costruire il futuro.

Buonanotte granata…

14 Commenta qui
  1. iard68 - 6 mesi fa

    la verità è che Ljaijc sarebbe titolarissimo nella nazionale italiana, con buona pace di Insigne, El Shaarawi e compagnia bella…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. luna - 6 mesi fa

    Mazzarri è stato molto chiaro dal primo giorno, consapevole del valore di Ljajic sa che il Toro attualmente con i centrocampisti a disposizione non può non girare senza Adem, ma per il bene della squadra deve imporre delle regole di gioco uguali per tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granata - 6 mesi fa

    Giusto Cristina, anch’ io “continuo a non comprendere quale possa essere” stata la ragione per cui Mazzarri ha tenuto Ljajic in panchina così tanto tempo. O, forse, una ragione, c’ è: non era una sua scelta, ma della società (Petrachi). Certo ha ragione chi critica Mazzarri per averci messo tanto a capire che Ljahjic, nel bene come nel male (quando ha una giornata storta), è il pilastro intorno a cui ruota la squadra. E parliamo di QUESTA SQUADRA, non del Real Madrid o del Barcellona. Chi critica ancora oggi Ljajic o è prevenuto (cioè si fa condizionare dall’ antipatia) o non è esperto di calcio. E chi dice che non ha mai giocato così ha la memoria corta, perchè l’ anno scorso fece ottime prestazioni, tant’ è vero che segno 10 gol e fece 11 assist gol. E poi non credo che sia stupido anche il Ct della Nazionale serba, che lo considera uno degli uomini migliori per andare a giocare i Mondiali (che noi non disputeremo).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Conta7 - 6 mesi fa

    Ovviamente concordo sul fatto che in questo momento Ljajic è imprescindibile, ma aggiungerei un dettaglio non da poco: nelle ultime 2 partite il serbo ha fatto quello che non ha mai fatto in carriera.
    E non dimentichiamoci degli “insulti” che abbiamo dato a lui e Mihajlovic nell’ultimo periodo dell’altro serbo…
    Segno di un processo di trasformazione che non può scollegarsi dai meriti di Mazzarri.
    Comunque, ora avanti così!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-1007904 - 6 mesi fa

      Sto testone di Mazzarri può solo accendere un cero ad Adem che gli ha salvato la panca e l’immagine. È la squadra che ha dato il segnale a WM, non il contrario. Dopo lo schifo del primo tempo a Cagliari, obbligato a mettere Adem, di colpo tutti e dico tutti hanno iniziato a giocare e correre il triplo. Il segnale a sto cicciuto era evidente. La squadra ha suggerito al mister come fare la formazione, non il contrario

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. legolas - 6 mesi fa

        condivido al 1000% le tue parole

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marchese del Grillo - 6 mesi fa

      Ma non dimentichiamo anche che con Mihajlovic ha sempre, ho quasi, giocato laterale sinistro, che non è il suo ruolo. Adem deve stare trequartista e, soprattutto, quasi completamente libero da obblighi difensivi, più o meno come ieri, a tutto pressing dal centrocampo a salire ma non di certo a fare il centrale difensivo aggiunto. Non ci voleva un genio a capirlo, secondo me!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Marchese del Grillo - 6 mesi fa

    Ljajic deve stare in campi sempre e comunque perché è un campione assoluto, punto e basta. Se solo penso a quante partite abbiamo giocato con quell’essere inutile di Niang, quell’ameba, quello scarsone costato una fortuna, si dirada ogni minimo dubbio che mettere il serbo in campo, e farlo giocare da trequartista, è una cosa imprescindibile in questa squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. luna - 6 mesi fa

    Ljajic puó fare la differenza e deve stare in campo solo se si allena e fa gioco di squadra, partendo da questi presupposti Mazzarri lo terrá sempre in campo.
    Deve evitare dannosi atteggiamenti egoistici come quando ieri ha preferito calciare da posizione impossibile anziché appoggiare a Belotti.
    Questi sono errori che possono costare caro ieri é andata benissimo, il mancato raddoppio per colpa sua ha cambiato in peggio le condizioni della gara, abbiamo rischiato di perdere i due punti in più perché l’Inter é andata più volte vicino al pareggio, potevamo gestire meglio e con meno pressioni il doppio vantaggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ottobre1955 - 6 mesi fa

    Oggi abbiamo visto una squadra come deve stare in campo, organizzata e consapevole delle sue debolezze che ha tasformato in gioco di squadra. In tutto ciò Mazzari cè tanto di suo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Mazede70 - 6 mesi fa

    Capisco l’ entusiasmo di aver battuto l’ Inter in casa dopo più di 20 anni, ma restiamo con i piedi ben per terra per favore !! Sirigu oggi ne ha salvate almeno 3/4 e due legni hanno privato la strisciata di punti… i nostri l’ hanno sfangata, subendo per 80 minuti ! Punti di vista ? Speriamo di continuare ad essere cosi fortunati !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 6 mesi fa

      …con i piedi per terra ci stiamo da una vita! oggi abbiamo vinto noi perchè abbiamo fatto goal… non è che ti danno partita vinta solo perchè batti 15 calci d’angolo! il nostro portiere ne ha salvate 3 perchè è un bravo portiere, ma non ci hanno preso a pallonate e abbiamo avuto un paio di occasioni anche noi per raddoppiare… mi sembra che di fronte avevamo l’Inter, non il Sassuolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Junior - 6 mesi fa

    Non ho rammarico ma semplicemente contento perché forse stiamo intraprendendo la strada giusta per il futuro. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. robertozanabon_821 - 6 mesi fa

    Oggi bravi tutti per impegno e abnegazione con buona personalità e disciplina tattica. Quando il gruppo si esprime così è più facile emergere per i giocatori più tecnici che possono così osare qualcosa in più senza la paura di sbagliare. Bravissimo Mazzarri nel ricostruire la fiducia nei giocatori e dar loro metodo di lavoro e spirito di sacrificio in un momento difficilissimo per tutto l’ambiente. Complimenti Walter, stai facendo un lavoro difficile con umiltà e competenza ricostruendo dalle fondamenta i presupposti per far tornare il Toro alle sue tradizioni storiche: cuore e grinta…e penso che anche a te cominci ad insinuarsi sotto pelle un po’ di passione Granata.
    Grazie a tutti !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy