Ventura, il ct che perse due volte: allucinante non dimettersi a San Siro

Ventura, il ct che perse due volte: allucinante non dimettersi a San Siro

Editoriale / Dopo un fallimento clamoroso, era doveroso prenderne atto e rassegnare le dimissioni subito. L’immagine del tecnico ex Toro ne esce compromessa

34 commenti

Caro Giampiero, va bene tutto: il calcio a volte ti punisce, e un uomo di calcio deve accettare il risultato del campo. Anche se è tremendo, come quello di ieri sera. Ma come si fa a non farsi da parte dopo essere stato il ct italiano che ha fallito la qualificazione ai Mondiali per la prima volta dopo sessant’anni? Un fallimento del genere è conseguenza di tanti errori, molti anche tuoi. Ma finchè si parla di risultati di campo, ci sta tutto. Altro è non fare i gesti che le circostanze richiedono e non prendersi le proprie responsabilità. Lippi, dopo la sconfitta con la Slovacchia che causò la disastrosa eliminazione da Sudafrica 2010, come prima cosa si presentò in conferenza stampa e si dimise. Con un enorme mea culpa, per non avere saputo preparare la squadra. La stessa cosa fece Prandelli, dopo il crac brasiliano nel 2014. Ho sbagliato, mi faccio da parte, tanti saluti a tutti. Ventura, no: compare in sala stampa con un’ora di ritardo, bypassando le consuete interviste a caldo, e non si dimette. “Ne dobbiamo parlare con il presidente”. Tutti a bocca aperta.

Ma caro Giampiero, non dimettersi in quella situazione è allucinante. Cosa deve succedere di peggio, per dimettersi, rispetto a una mancata qualificazione ad un Mondiale? L’unica spiegazione che dall’esterno sembra percorribile consiste in cause economiche, dovute al contratto che era stato appena prolungato sino al 2020. E così l’immagine del tecnico genovese ne esce ulteriormente compromessa, come se l’eliminazione non fosse bastata. E’ palese che nominarlo CT sia stato un errore: Ventura è un allenatore adatto a far crescere i giovani, non a gestire le emergenze; non ha il pedigree e le esperienze per gestire uno spogliatoio di campioni, nè era abituato a reggere un certo tipo di pressioni. E per questo insieme a Ventura dovrebbe andare a casa anche Tavecchio. In un paese normale.

34 commenti

34 commenti

  1. Giansiro - 5 giorni fa

    Ventura s’è fatto la buona uscita dal mondo del calcio. Sapeva che la squadra faceva pena, infatti han preso lui per mancanza di alternative credibili, sperava di arrivare al girone russo, e in effetti non ci siamo andati solo perchè abbiamo sbagliato lo spareggio. Siamo arrivati secondi nel girone di qualificazione come era normale che fosse. Vergognoso non dimettersi.
    Le radici del male che da tempo immemore affligge il calcio italiano sono altre, meno evidenti ma con la Svezia una squadra di serie C se la giocava…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. dukow79 - 5 giorni fa

    Perchè Buffon che faceva finta di piangere non era penoso?! Maddai sta storia mi ha subito ricordato Ljajic che per festeggiare il buon momento col toro ( nr il giorno dopo le tre pere di Firenze) si è fatto consegnare la Ferrari al termine dell’allenamento al Filadelfia. A sta gente frega un cazzo di far figure di merda, il lauto stipendio lo prendono uguale e il grande portierone azzurro capitano di mille battaglie, finita la manfrina in eurovisione va a casa a bombarsi la D’Amico…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. silviot64 - 5 giorni fa

    Ripercorriamo i fatti. Girone con la Spagna, sicuro spareggio. Spareggio, può andare bene, ma anche male. Tutti a dare addosso a Ventura. Ma se fossimo andati ai mondiali dove pensate saremmo arrivati ? Il problema è strutturale. Se un incapace come tavecchio è a capo della federazione allora c’è da chiedersi cosa avrebbe potuto fare ventura. Se non si lascia adeguato spazio alla nazionale, se i club hanno sempre la precedenza lasciamo perdere questa farsa dei mondiali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 5 giorni fa

      Aggiungerei che gpv chiese di anticipare l’inizio del campionato x far sì che i giocatori arrivassero atleticamente più preparati all’incontro di Madrid.
      Magari non sarebbe cambiato una sega ma la figc se n’è fottuta altamente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mario66 - 5 giorni fa

    Non parlo di ventura come allenatore,ho già espresso in un recente passalto cosa penso di luia di ventura come uomo. Una m….a galattica. Supera di gran lunga i peggiori politici italiani. Attaccato al soldo a qualsiasi costo. E pensare che con noi faceva il moralista. Ma vergognati!!!!.
    . .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Frank Toro - 5 giorni fa

    Per tanti anni al Toro dopo sconfitte da “vergogna” le sue parole erano:
    Abbiamo in squadra molti giovani, 2 del 94…3 del 95, un 96 che hanno un bel potenziale ma devono ancora inparare certe conoscenze… fa parte del loro percorso di crescita!!!
    Qui in Nazionale non poteva tirare fuori sta scusa del cazzo e ha deciso di non presentarsi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Filadelfia - 4 giorni fa

      I giovani li aiutava e li valorizzava con i giusti tempi. Belotti su tutti che è il suo fiore all’occhiello voluto a tutti i costi. Ma posso citare Darmian, Glik, Maksimovic, Benassi, rilancio di Immobile, di Cerci, di Moretti. Numeri non parole. Non si è mai permesso di dire pubblicamente che Berenguer, Gustafson e Boye l’hanno deluso per poter far giocare la “garanzia” Niang. O accusare Maxi Lopez con la lavatrice. Ma capisco che è il momento degli ossessionati anti Ventura. È il vostro momento.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. robert - 5 giorni fa

    L’anno scorso lo avevo detto che con questo personaggio la Nazionale non si sarebbe qualificata e così è stato.Costui è un emerito inetto al calcio e tanti non lo hanno ancora capito.E’uno dei tanti furbastri allenatori che avete voi italiani e che girano per varie società spillando soldi ai poveri imprenditori incompetenti facendogli credere di essere un allenatore.Se guardate il suo curriculum ha passato una vita nel calcio non vincendo mai nulla ma causando dei disastri in tutte le squadre dove è approdato inclusa la Nazionale dove è stato chiamato da un altro incompetente facendogli un contratto da 1,4 mln di eu.Solo in Italia succedono queste cose da non credere !!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Filadelfia - 4 giorni fa

      Pensa te che c’è un po’ che allena il Torino e ne prende 1,5 milioni di euro, lo credono un cuore toro, passa x tremendista, e ci ha portato il record delle reti subite nella storia granata (63), il record di partite consecutive che si è subito almeno un gol (19), attacca in tv giocatori che hanno fatto la storia del Torino (Pecci) e non conosce la storia di Anna Frank. Costui prende 1,5 milioni di euro. Più di Ventura in nazionale. Pensa te.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Maroso - 5 giorni fa

    Gianpiero Ventura ha le sue responsabilità, come ha ammesso lui stesso. Ma è troppo comodo farne il capro espiatorio di una Nazionale che è espressione di un calcio italiano troppo esterofilo che non fa giocare titolari dei giocatori titolari nella Nazionale, come denunciato da Ventura. Va bene, Ventura avrà sbagliato, ma prendiamo come occasione questo stop per riformare seriamente il nostro calcio, le regole del gioco, come hanno fatto altri (tedeschi ad esempio) rendendo obbligatorio mandare in campo dei giovani ogni domenica. Non è ammissibile accettare squadre come l’ Inter 11/11 stranieri, e ce n’è anche per il Toro, dove poi si parla di attaccamento alla maglia. E ce n’è anche per Belotti. Se è fuori forma non deve esporsi a brutte figure in Nazionale, deve stare a casa ad allenarsi. Forza Andrea, se non vai al mondiale, sei al Toro, e li puoi riscattarti. E ce n’è anche per Darmian, che sbaglia il ritorno, mentre all’ andata ha demolito i pali. Torni a Manchester convinto di poter fare bene in futuro. Spiace a tutti non andare a Mosca, ma vediamo di sfruttare lo stop come salutare momento di riflessione. Tutti, a cominciare da me.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio sala 68 - 5 giorni fa

      Ho seguito la conferenza a notte fonda e Ventura non ha ammesso proprio niente ma ha detto la fase di rito “in queste situazioni si sa che sono gli allenatori che pagano”. La faccia l’ha messa Buffon , Ventura si è affacciato solo perché costretto dai contratti FIFA. Questo è stato l’aspetto peggiore della serata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Maroso - 5 giorni fa

        Chi ce l’ ha sempre avuto con Ventura adesso va a nozze, ma così non si è obiettivi, come non lo si era quando lo si criticava al Torino. Non difendo Ventura, come CT, che non è un allenatore, ha fallito, a cominciare con i suoi comizi in campo con i giocatori in panchina. Ma è solo la punta dell’ Iceberg, il grosso è sotto l’ acqua e non si vede.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Maroso - 5 giorni fa

          Faccio un esempio di ciò che sta sotto l’ acqua: come mai la maggior parte dei finanziamenti va proprio a quelle squadre (Juventus in primis) che utilizzano così tanti stranieri? Perchè ci sono squadre (L’ Atalanta)che fanno bene con solo italiani, eppure ricevono pochi soldi? Perchè non dare incentivi a chi usa più italiani e non si penalizza chi usa solo stranieri? Perchè il Torino ha così tanti stranieri e lascia i giovani forti in panchina, e poi ci si lamenta per il poco attacccamento alla maglia? Non pensiamo mai al Barcellona con tanti campioni fatti in casa? Come mai il Robaldo è ancora da fare, chiedo a Cairo che sberleffa Ventura che gli ha insegnato come si gestisce una società?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. prawda - 5 giorni fa

    Ventura ha sicuramente delle grandi responsabilita’, ha sbagliato tantissimo, soprattutto ha dimostrato di non avere minimamente capito come preparare queste due ultime partite, dove ha sbagliato formazione, stimoli, tattica. Ha pero’ maggiori responsabilita’ chi Ventura lo ha scelto, chi ha messo ad allenare la nazionale un allenatore che non ha mai avuto particolari risultati, totalmente privo di esperienza internazionale e che nella sua lunga carriera non ha mai allenato giocatori ingombranti, perche’ dover gestire Buffon, Chiellini o De Rossi non e’ come gestire Padelli, Bovo o Vives. Resta pero’, a parte il fallimento di Ventura, un momento decisamente negativo per il calcio italiano, incapace di trovare i talenti di un tempo e con squadre imbottite di stranieri spesso mediocri; credo vada rivisto tutto il sistema calcio, non solo dal numero delle squadre nei vari campionati o dalla discussione sulla ripartizione dei diritti televisivi, ma anche dal numero di stranieri o di italiani che devono far parte delle rose, dai settori giovanili, alle seconde squadre, per arrivare agli impianti di proprieta’. Non andare ai Mondiali, dove comunque avremmo fatto poca strada, e’ un brutto risveglio ma non cambiare, non girare finalmente pagina, potrebbe essere molto piu’ grave per il futuro del calcio italiano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. rokko110768 - 5 giorni fa

    @prawn condivido. Ieri sera ho rivisto il palleggio dei 3 difensori centrali che avanzano per linee orizzontali per poi lanciare su una fascia. Il Vate ha terminato il suo percorso, offensivo il non essersi dimesso ieri immediatamente dopo un simile fallimento. Anche solo per rispetto a quei ragazzi che lui ha allenato e cresciuto (lì sì con merito) quali Belotti e Darmian.
    A me le lacrime del Gallo hanno fatto malissimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Spygor - 5 giorni fa

    E già stato tutto detto…dopo questi ultimi anni con Nazionali da paura,nel 2010,cosa fece la Nazionale?Uscì nella fase eliminatoria.Bisognava cominciare con i giovani e lavorare per cerc are quei talenti che oggi ci sarebbero serviti…Ventura,non ha ne arte ne parte,inconcludente!E le persone che difendono questa linea,nel 2018 guarderanno le altre Nazionali,convinti ancora che abbiamo avuto sfortuna e che gli altri sono disonesti e che questo e che quello,basta palle,pulizia da subito!Non si possono sentire le parole di Ventura che dice che deve valutare se dare le dimissioni oppure no,ma svegliati,fatti da parte con un po di dignità.Adesso c’è il tempo per cominciare a investire veramente sui giovani che hanno delle capacità,e non dei giocatori che a fine partita dicono di essere dispiaciuti…Intanto i vecchi i loro mondiali se li sono giocati,i nostri giocatori più giovani,se lo sognano o lo guarderanno in tv come noi,semplici tifosi ITALIANI!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. prawn - 5 giorni fa

    Ho visto la partita, una delle rare volte in cui mi sforzo a vedere la nAZIONALE italiana.

    Ho visto la mano di ventura, i passaggi indietro, le stronzate a cui ci aveva abituato a Torino.

    Ha sbagliato formazione, mettendo una formazione nuova contro la Svezia, ha insistito col Gallo che e’ chiaro che non e’ in forma. (specialmente all’andata)

    Ma i problemi sono altri, i mediocri risultati con squadre come macedonia e albania, schierarsi col 4-2-4 con la spagna…

    Sprecare talenti pazzeschi come Insigne, Candreva, Immobile … Gente buona ce l’ha in squadra, altro che calcio italiano a muzzo… Non convocare Baselli e Benassi…

    Per carita’ nulla che ti fa vincere il mondiale ma almeno vincere contro squadre da serie B…

    Ed errore maggiore, Tavecchio, ad allungargli il contratto, quando gia’ si vedeva che giocavano come delle merde.

    Errore ancora piu’ grosso insistere su Buffon, per carita’ le para ancora, ma chiaramente c’e’ una filosofia basata sui ‘senatori’, invece di far crescere i giovani, far crescere un gruppo forte.

    Poi ovvio, non e’ solo colpa sua, il sistema e’ marcio da una vita, stiamo diventando come la premiere league ma con gioco piu’ schifoso e meno soldi.

    Ci sono le solite 4/5 squadre la davanti a giocarsela (oddio Giuve a vincere tutti gli anni senza particolari sforzi), troppi stranieri in squadra, troppi pochi incentivi per far giocare giovani/primavera.

    Serie D corrotta, piu’ giu di li chi lo sa che succede.

    E poi specchio di un’Italia cmq a pezzi, lungi dal fare demagogia, ma ‘ognuno ha la squadra che si merita’, se le istituzioni non hanno fatto niente per salvaguardare lo sport (e cmq fanno nulla per gli altri problemi ben piu’ importanti del paese) beh…

    Non dimettersi cmq e’ follia, doveva scomparire nel dimenticaio, niente interviste, andarsene via, tornarsene al suo paese.

    Manco ha le palle per ammettere i suoi errori, veramente scarso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Filadelfia - 5 giorni fa

      Beh considerare Candreva e Immobile talenti mi sembra un’eresia calcistica. Scarti della Juve, Immobile all’estero faceva panca a Dortmund e Siviglia. Fatica a qualificarsi anche l’Argentina ma il talento (questo si) di Messi l’ha trascinata ai mondiali. Noi abbiamo titolari in Nazionale giocatori che all’estro fanno panchina.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 5 giorni fa

        Non abbiamo un Messi, certo che no, ma abbiamo un Insigne, mica fa tanta pena a Napoli?

        Forse talenti e’ esagerato come termine, ma sono neanche giocatori da serie B.

        E” sicuramente gente che contro le squadrette con cui Ventura ha pareggiato dovrebbe giocare in scioltezza secondo me…

        Poi forse mancano le motivazioni…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Filadelfia - 5 giorni fa

          Lungi da me difendere l’operato di Ventura extraToro. Ma alcuni interrogativi mi sorgono : 1- perché dopo l’ingaggio (milionario) di Conte si è ripiegato su Ventura che non ha esperienza internazionale? Per problemi di bilancio federale? Perché nessun allenatore di grido (Ancelotti, Mancini, Ranieri, Capello…) voleva prendere una Nazionale che era ai titoli di coda per quanto riguarda gli intoccabili veterani e leader (Buffon, Barzagli, Chiellini, De Rossi etc)? Per timore di accostare il loro nome ad un fallimento? L’ideale era prendere un allenatore che era prossimo alla pensione e sperare nel miracolo calcistico (che non è avvenuto). Ci sono cose che non tornano secondo me.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. prawn - 5 giorni fa

            Si, la nazionale era ai titoli di coda, con dei ‘vecchi’ e pochi giovani pronti..

            si sperava in ventura forse per quanto fatto a Torino (Darmian, Zappa, Gallo, Benassi, Baselli) e le sue qualita’ di ‘selezionatore’

            Si sono ‘scansati’ diversi allenatori piu’ blasonati, non c’e’ dubbio, perche’ il rischio era alto di bruciarsi.

            CMQ anche in passato ci sono stati allenatori con zero esperienza internazionale (prandelli, donadoni) han fatto male ma nessuno in 60 anni ha mai fatto cosi’ male

            cappellona gigante di tavecchio e soci.

            Ventura doveva andare in pensione dopo la parita persa con lo zenit, all’apice della sua mediocre carriera di allenatore.

            Mi piace Non mi piace
  12. rossogranata - 5 giorni fa

    VENTURA NON SI DIMETTE PER INCASSARE MEZZO MILIONE !!! Miseria umana.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. rossogranata - 5 giorni fa

    Bisogna avere un gran bel coraggio a non dimettersi. Essere presuntuosi e dare colpa agli altri per Ventura lo rende penoso e gli toglie quel poco di buono che aveva fatto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Jerry - 5 giorni fa

    L’Italia oramai è questa: mai nessuno che si assume le proprie responsabilità. Tutti a cercare di scaricare il barile nel territorio altrui, è attaccati alla poltrona per pura smania di potere. È così in politica, ed è così anche nello sport. La dignità non è contemplata. VERGOGNATEVI TUTTI ……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. tric - 5 giorni fa

    Le mie pagelle. Buffon n.g.; Barzagli 5: falloso ed impreciso e fa un mani in area graziato; Bonucci 5: non era in grado di giocare; Chiellini 5: falloso e recidivo, ringrazi di non aver avuto il rosso; Candreva 5: non salta mai il diretto avversario; Florenzi 5: non combina nulla di significativo; Jorginho 5: è preciso solo nei passaggi in dietro; Parolo 4,5: non ne azzecca una; Darmian 6: l’unico che si dà da fare, lo fermano con una ginocchiata allo stomaco che sarebbe rigore tutta la vita; Immobile 5,5: corre senza costrutto, ma si dà da fare; Gabbiadini 5,5: comincia benino poi si perde; El Sharawy 6: come entra lo stendono, poi non gli passano più palla; Belotti 5,5: vedi Immobile; Bernardeschi 5: chi l’ha visto? Ventura 4,5: sbaglia formazione anche se il materiale umano è quello che è.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Grande Torino - 5 giorni fa

    Via tutti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. torotranquillo - 5 giorni fa

    Spero che quelli che dividono il tifo ancora optando per questo ometto facciano marcia indietro. Qui non centra Mihailovic. Credo nessuno lo abbia come idolo. Ma centra la dignità. Intanto la professionalità, intesa come efficienza nel proprio lavoro è zero. Non parliamo di formazioni e convocazioni sciagurate. Non parliamo di moduli. Non parliamo di personalità (uno che si fa escludere dagli spogliatoi o uno che non riesce neanche a mandare a scaldare chi vuole). Parliamo di 1 idea, dicasi 1, di gioco. I difensori Glick/Bonucci, Moretti/Chiellini, Bovo/Barzagli si passano la palla per mezz’ora. Senza avanzare di un metro e si badi bene senza essere Iniesta e Xavi del Barcellona e così mettendo a rischio la propria porta comunque. Dopo mezz’ora si lancia lungo i due centravanti rigorosamente uno vicino all’altro. uno deve fare la finta e l’altro gli fa triangolo. Possibilità che l’avversario non abbia capito il giochetto: 1 cioè alla prima giornata. Per quanto riguarda la dignità. Non dimettersi è una vergogna così come per Lotito, pardon Tavecchio che gli ha pure allungato il contratto. Però capisco Ventura: questi due milioncini sono l’ultimo stupendo perché nessuno gli affiderà una panchina. neanche quella del parco comunale. Penoso!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Filadelfia - 5 giorni fa

      Chissà se Cairo dopo aver sbolognato Ventura alla Nazionale riuscirà a rifilargli anche Sinisa quale successore con il suo gioco “tremendista”, la sua difesa ermetica, le sue geometrie impeccabili? Perchè in questi 17 mesi e mezzo è quello che ci ha fatto vedere il nostro “stratega”. O sbaglio?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Junior - 5 giorni fa

    Non solo GPV ma anche Tavecchio dovrebbe dimettersi. Siamo una nazionale gloriosa con 4 titoli mondiali. Solo questo non deve dar adito a discussioni. Il nostro livello è alto e pretendiamo gente che lo mantenga. Questo vuol dire amare la nazionale. Quindi se ne vadano. Poi le sconfitte bisogna accettarle ma se ne vadano tutti e salviamo questi ragazzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 5 giorni fa

      Tavecchio non si dimetterà, è stato messo li da chi, tutto sommato, ha poco interesse a vedere una nazionale vincente se ciò significa disturbare i club…quanto a Ventura io toglierei “anche” per questioni economiche…diciamo SOLO per questioni economiche. Ha un contratto fino al 2020 di circa 1,4 milioni di euro netti, chi glielo fa fare a dimettersi? Tanto più che sa benissimo di aver finito, almeno in Italia. Purtroppo nel corso del tempo è diventato sempre più presuntuoso. Al Toro ha fatto bene tutto sommato e le lusinghe (maestro di calcio, scopritore di talenti ecc.ecc.)devono avergli fatto pensare che a certi livelli si arrivi per fortuna e non per capacità…ma tutti i più grandi allenatori del mondo e i selezionatori delle nazionali più forti sono principalmente bravi a gestire campioni già affermati che non hanno bisogno di un insegnante di calcio ma di uno che li metta in campo con un certo raziocinio. Lui invece anche in nazionale parlava di acquisizione del “concetto di tempo e spazio”….come se De Rossi o Chiellini o altri questi concetti non li avessero mai sentiti…un pò come se il ct della Spagna volesse insegnare il concetto di posizione a Sergio Ramos…avrebbe dovuto semplicemente limitarsi a scegliere i migliori e metterli in campo nel loro ruolo, con piccoli e semplici accorgimenti, senza pretendere di insegnare niente a nessuno, perché a quei livelli le conoscenze ci sono già e non puoi pensare di sopperire tu in un paio di giorni alla settimana…purtroppo ha toppato ed anche alla grande e mi dispiace perché al Toro ha dato molto, anche se il gioco era spesso noioso, per non parlare dei soldi che ha fatto fare alla società e dei giovani che ha valorizzato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Apam - 5 giorni fa

        Concordo. A noi Ventura è servito, ma soprattutto perchè eravamo nulla, un cumulo di macerie. Partendo così dal basso era difficile fare mele. Tuttavia la sua presunzione è emersa nel tempo e la noia delle sue partite le ho ancora negli occhi. Purtroppo si è dimostrato per quello che è: un uomo piccolo piccolo, presuntuoso ed arrogante, e sopravvalutato mettendolo su una panchina le cui chiappe non avevano diritto di stare. Peccato perchè un club lo cambia al volo e via, un mondiale arriva solo ogni quattro anni. Non dimettersi dimostra tutto questo, ed è purtroppo l’emblema dell’italia, dove dimettersi sembra peggio che commettere un crimine immondo. Ma qualcuno lo ha messo lì, quindi facciamo piazza pulita. Purtroppo anche il calcio è politicizzato e dunque se non riusciamo a migliorare il nostro sistema politico e sociale figuriamoci se riusciamo a farlo in federazione calcio. Poco futuro, e questa è la cosa più triste e vergognosa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granat....iere di Sardegna - 5 giorni fa

      Per correttezza preciso che pare il contratto di Ventura fino al 2020 contenga una clausola automatica di rescissione in caso di mancata qualificazione mondiale. Dunque l’unico contratto valido è quello che porta a giugno 2018. Il nostro ex allenatore dunque non si dimette perché probabilmente almeno fino a giugno 2018 vuole essere pagato o, comunque, vuole una buonuscita….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Junior - 5 giorni fa

        Che credo sia di mezzo milione….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Wendok - 5 giorni fa

    concordo su tutto. illazioni economiche incluse (seppur evidenti )

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy