Toro, riecco Di Francesco: alla Roma per diventare grande

Toro, riecco Di Francesco: alla Roma per diventare grande

Focus On / Il tecnico dei giallorossi alla ricerca della continuità: ma il Toro non può permettersi un altro passo falso

Il tecnico della Roma Eusebio Di Francesco è pronto a sfidare di nuovo il Torino, dopo i precedenti col Sassuolo, nella nona giornata di campionato di Serie A: i giallorossi sono in cerca di punti per accorciare le distanze su Napoli e Inter, impegnate l’una contro l’altra nel Big Match di questa settimana. Dopo aver ottenuto quattro vittorie consecutive, la Roma è caduta in casa contro la capolista Napoli: è stata la seconda sconfitta in uno scontro diretto, dopo quella – sempre in casa – contro l’Inter alla seconda giornata. La sfida di domenica sarà un banco di prova molto importante per i giallorossi, che stasera dovranno affrontare la trasferta londinese di Stamford Bridge. L’obiettivo minimo è confermarsi tra le prime tre, anche se la folta concorrenza di quest’anno renderà il cammino verso la qualificazione in Champions League più difficile.

CICLO VINCENTE – Di Francesco viene da cinque stagioni a Sassuolo: dalla storica promozione in A, passando per la prima salvezza fino alla straordinaria qualificazione in Europa League. Il tecnico di Pescara, allenatore amante del bel gioco, ha dato quell’impronta offensiva che ha permesso al Sassuolo di condurre delle ottime stagioni, con risultati, in alcuni casi, sorprendenti. Tra l’altro, l’ultima partita sulla panchina neroverde Di Francesco l’ha giocata proprio al Grande Torino, nell’ultima gara dello scorso campionato (vinta 5-3 dai granata). Ora cerca di affermarsi da tecnico nella squadra che gli ha regalato la più grande gioia da calciatore: lo Scudetto del 2001. Il campionato 2017/2018 è cominciato benino: 5 vittorie, di cui tre fuoricasa, e due sconfitte casalinghe, con Inter e Napoli corsare all’Olimpico.

LEGGITorino-Roma: granata all’esame di una big, serve qualcosa di diverso
LEGGI: Roma: per il Toro torna disponibile El Shaarawy, vecchia fiamma granata

CERCASI CONTINUITA’ – Ma, come detto, Di Francesco ha sfruttato i match fuoricasa per rifarsi, nelle quali ha vinto in campi ostici: a Bergamo contro l’Atalanta e a San Siro con il Milan, conquistando sei punti fondamentali per aumentare l’autostima di una squadra piena di talento, ma che manca sempre di continuità negli snodi cruciali della stagione. Ora arriva la sfida col Torino e con Mihajlovic, contro il quale è riuscito a vincere solo una volta su sei in Serie A, ma quest’anno la Roma fuori casa ha solo vinto; di certo non ha alcuna intenzione di fermarsi e cercherà di strappare punti al Torino, per continuare a salire in classifica e per poter fare diventare grande anche Eusebio, che per la prima volta in vita sua allena una grande del calcio italiano.

Marco Notaro

0 commenti

Commenta per primo!

Recupera Password

accettazione privacy