Serie A: Toro, il turno è favorevole. Milan a Roma, Atalanta contro la Juventus

Serie A: Toro, il turno è favorevole. Milan a Roma, Atalanta contro la Juventus

La presentazione della 26° giornata / I granata, con una vittoria a Verona, potrebbero avvicinare il sesto posto

di Redazione tvvarna

Tocca al Torino accelerare, se vuole l’Europa. La 26° giornata propone un menu che potrebbe essere appetibile, per la squadra di Mazzarri, impegnata come noto alle 15 di domenica al “Bentegodi” di Verona contro l’Hellas di mister Pecchia. Le dirette concorrenti dei granata, le squadre che in classifica si trovano davanti nella corsa al sesto e settimo posto – entrambe posizioni buone per un posto in Europa League, se la Coppa Italia sarà vinta da una tra Juventus e Lazio – hanno infatti in programma partite contro avversarie ostiche. A partire dallo scontro diretto tra Sampdoria e Udinese, che andrà in scena al Luigi Ferraris domenica alle 15; i genovesi sono al sesto posto, cinque punti sopra il Toro, e affronteranno i friulani, che sono costretti a tentare il colpaccio per essere scivolati al decimo posto (con 33 punti) dopo due sconfitte consecutive tra Torino e Roma.

LEGGI: Toro, l’Europa è ancora possibile. Ma con le piccole non puoi più sbagliare

Serie A, la classifica

Il Milan di Gattuso, la squadra più in forma del momento, è a pari punti contro la Sampdoria e si trasferirà armi e bagagli a Roma, in casa dei giallorossi di Di Francesco, nel posticipo della domenica sera. De Rossi e compagni sono reduci dall’andata degli ottavi di Champions ma hanno bisogno di punti per difendere il piazzamento Champions. Infine, l’Atalanta – che ieri sera è stata beffardamente eliminata dall’Europa League per mano del Borussia Dortmund – va in casa della Juventus, alle 18 di domenica: non la più facile delle partite per gli uomini di Gasperini, che dovranno reagire dopo la delusione.

Serie A, il programa

4 Commenta qui
  1. byfolko - 7 mesi fa

    Ma smettetela con questa maledetta EL, che anche si riuscisse per un miracolo ad andarci (e non capiterà) poi che facciamo? Sarà solo un’inutile dispendio di energia per una rosa che avrà già problemi tra campionato e Coppa Italia, figuriamoci con un terzo impegno. Cairavido, che ha le mani attaccate direttamente alle spalle avendo da tempo bypassato le braccia, non spenderà un cazzo come al solito, magari 20-30 milioni a fronte di 60-70 in arrivo dalle solite cessioni annuali (Belotti, N’Koulou, Lyanco, Savic i pezzi pregiati direi). Finchè non troveremo un Presidente che se ne strafotte della mafia che puzza di agnello, non combineremo mai una minchia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. abatta68 - 7 mesi fa

    Vabbè dai… godiamoci il turno favorevole di domenica e vediamo che succede. L’unico modo per mantenere vivo l’interesse è valutare di giornata in giornata.
    Nel gruppetto vedo fuori sicuramente l’Udinese e la Viola, mentre la Samp è in netto calo di forma (contro il Milan non ha fatto una bella figura) e potrebbe mollare un pò… l’unica speranza è fare la corsa sui blucerchiati e l’Atalanta, cosa non impossibile, a patto che si sfruttino gli scontri diretti contro il Milan e l’Atalanta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. CUORE GRANATA 44 - 7 mesi fa

    E’ nella logica delle cose, in relazione alle restanti partite da giocare, che la Redazione si cimenti in un confronto a “slalom parallelo” tra le aspiranti EL. La matematica ci tiene ancora in corsa ma realisticamente le probabilità sono esigue in quanto noi dovremmo centrare una serie di risultati pieni in particolare negli scontri diretti ” da 6 punti” e le tre davanti rallentare contemporaneamente. Direi che per quanto ci riguarda se nelle due prossime partite non faremo 6 punti i giochi saranno virtualmente conclusi. D’altro canto i “ciclisti” quest’anno vanno forte, il Milan sta ritrovando la sua logica dimensione e la Dea è una bella realtà. Direi, attirandomi l’ira degli ottimisti ad oltranza( depresso, sfigato o peggio) che tutto sommato sarebbe meglio così: altra stagione persa ma non inutile perché consentirebbe al mister di fare giocare i vari Barreca, Bonifazi,Edera, Lyanco e Vanja in porta oltre a qualche “Primavera” già maturo per la prima squadra( in primis Butic), d’altra parte la classifica finale sarebbe ininfluente e credo che una squadra giovane metterebbe in campo quella determinazione e volontà del tutto assenti nel derby! Test utili per capire su chi contare nella prossima stagione ove la squadra dovrà essere rimodellata in modo incisivo. In che modo lo vedremo. FVCG!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 7 mesi fa

      Come sempre, condivido pienamente le tue considerazioni. Purtroppo, anche questo campionato del Toro, per quello che riguarda il conseguimento di obiettivi di prestigio, è già terminato a metà strada. L’unico scopo ragionevole, ormai, dovrebbe essere quello di verificare, sperimentare, provare soluzioni che potrebbero essere adottate in futuro.
      E questo aspetto lo ritengo importante perché ho più che una sensazione che nel prossimo campionato dovremo far fuoco con questa legna, visto il manifesto disinteresse di Cairo per un possibile reale rafforzamento della rosa e considerando che la stagione delle valenze è tramontata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy