Serie A: Toro sempre a tre punti dall’Europa, ma l’Atalanta inizia a volare

Serie A: Toro sempre a tre punti dall’Europa, ma l’Atalanta inizia a volare

Campionato / Perde il Milan contro i bergamaschi. Il Napoli vince contro i blucerchiati

di Marco De Rito,

Si conclude un’altra giornata di Serie A, con la vittoria della Juventus sulla Roma termina questo sabato di calcio, prima delle feste natalizie. Torniamo però alla giornata di ieri, che ha visto impegnate squadre in corsa per l’Europa League: il Bologna ha vinto contro il Chievo Verona con il risultato di 2-3, mentre la Fiorentina si è imposta di misura sul Cagliari.

Nel lunch-match odierno la Lazio ha vinto contro il Crotone tra le mura amiche. Portandosi a 36 punti, al quinto posto, a ridosso della zona Champions. Perde punti la Sampdoria che resta ancorata al sesto posto ma viene raggiunta dall’Atalanta, che ha vinto contro il Milan. Il Toro con il pareggio odierno, così, si porta alla pari dei rossoneri ma viene raggiunto dall’Udinese, che ha vinto contro l’Hellas, e dal Bologna, che ha vinto contro il Chievo. Questo gruppo di quattro squadre è a quota 24 punti e dista solamente di tre lunghezze dalle ultime due posizioni valide per l’Europa League.

Questa giornata ha confermato l’andamento dell’ultimo periodo. L’Udinese, da quando è arrivato Oddo, non si ferma più ed adesso è entrata in piena lotta per l’Europa. L’Atalanta, dopo la sconfitta contro l’Inter alla tredicesima giornata, ha collezionato due pareggi e tre vittorie, al momento, tra le avversarie dei granata, è la più in forma ed ha raggiunto la Sampdoria. Grazie al rallentamento dei blucerchiati, la lotta per la zona Europa è diventata per il sesto ed il settimo posto. Il Toro è ancora in corsa ma, continuando a pareggiare, difficilmente Belotti e compagni potranno continuare a lottare per piazzamenti internazionali.

A sorpresa il Sassuolo vince contro l’Inter ed accorcia dal Chievo. Prima di arrivare alla zona retrocessione troviamo Genoa e Cagliari a quota 17 punti. Il grifone ha vinto contro il Benevento. Quest’ultimo è il fanalino di coda. In zona retrocessione ci sono anche Verona e Crotone. I calabresi però sono a pari punti con la Spal.

LEGGI: Spal-Torino 2-2, Lyanco infortunato: “E’ una distorsione al piede”

3 Commenta qui
  1. FVCG'59 - 8 mesi fa

    Udinese, con una partita in meno, a pari punti e hanno cambiato allenatore perché andavano male: non c’è altro da aggiungere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-9727807 - 8 mesi fa

      Impossibile non essere d’accordo. Il problema è che se Cairo volesse (ma non lo farà) cambiare allenatore adesso non c’è nessuno libero che valga la pena…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 8 mesi fa

      Tanti qua dicevano eh no ODDO no.

      La realta’ e’ qualsiasi allenatore di serie A che ho visto negli ultimi 20 anni e’ meglio di Mihalovic. Qualsiasi. Anche il peggior Del Neri. Maifredi. Chiunque. Perche’ a questo punto lui ha un fardello di scelte che porta avanti, Niang titolare, Ljacic resta al toro finche resto io, Gallo deve giocare, Baselli deve giocare. Basta a tutto questo sistemerebbe non poco. Uno da fuori (come noi) vede chi merita la maglia e chi no.
      Un allenatore qualsiasi farebbe giocare Edera perche’ e’ in forma straripante, non cercherebbe di recuperare degli zombie che non ce la fanno proprio quest’anno. BASTAAAA

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy