Nessuno scappa

Nessuno scappa

Sorridono al Torino i risultati dagli altri dieci campi della Serie B. Soprattutto quello maturato a Grosseto, dove i padroni di casa riescono ad avere la meglio sul Brescia ex-capolista, portandosi meritatamente sul due a zero prima che Kozak accorci le distanze. Le rondinelle non la prendono bene: Possanzini irrita il pubblico avversario, Bega si fa espellere, diversi altri giocatori si abbandonano a nervosismo e inizi di rissa….

Sorridono al Torino i risultati dagli altri dieci campi della Serie B. Soprattutto quello maturato a Grosseto, dove i padroni di casa riescono ad avere la meglio sul Brescia ex-capolista, portandosi meritatamente sul due a zero prima che Kozak accorci le distanze. Le rondinelle non la prendono bene: Possanzini irrita il pubblico avversario, Bega si fa espellere, diversi altri giocatori si abbandonano a nervosismo e inizi di rissa. Ma alla fine, vincono i toscani, laddove il Toro aveva passeggiato. E su un altro campo che vide i granata maramaldeggiare con un tre a zero, quello di Salerno, l’inseguitrice Ascoli non va oltre un pareggio a reti bianche che forse sta persino stretto ai padroni di casa, resi finalmente vivi (pericolosi anche in inferiorità numerica) dopo il cambio di panchina che ha portato Cari a sostituire Brini.

L’altra sorprendente inseguitrice, il Padova corsaro all’”Olimpico” martedì, ottiene il medesimo risultato tra le mura amiche contro il coriaceo Gallipoli di Giannini, che quasi nessuno riesce a battere. A Bergamo, 1-1 tra AlbinoLeffe e Crotone: i seriani provenivano dal primo successo, ottenuto a Mantova, ma vengono bloccati dai calabresi di Lerda, mentre lo stesso Mantova continua a sprofondare. Dopo essere passati in vantaggio a Lecce, i virgiliani si fanno rimontare e sconfiggere, e sono penultimi, mentre risalgono i salentini giunti al secondo successo consecutivo.

L’Empoli trova la quarta vittoria in altrettante gare giocate in casa; non fosse per le tre sconfitte in tre incontri nelle trasferte, i toscani sarebbero in vetta alla classifica. Ma quanta fatica per avere ragione del Cittadella! Incredibile successione di reti, veneti due volte in vantaggio e due volte raggiunti, azzurri che trovano il 3-2 e a loro volta si fanno rimontare, fino a siglare, nel finale, il definitivo 4-3 (anche se con un probabile fuorigioco). Doppiette di Marianini ed Eder (foto) per l’Empoli.
Dopo aver subito otto reti in due incontri, la Triestina si rimette in sesto strappando un faticoso zero a zero a Vicenza, mentre si chiude in parità anche l’interessante match tra Sassuolo e Cesena, outsider di questo campionato: al fortunoso gol dell’ex Salvetti risponde una perla di Bucchi (gran gol di tacco). Domani, i due posticipi Ancona-Modena e Reggina-Piacenza.

0 commenti

Commenta per primo!

Recupera Password

accettazione privacy