Calciomercato Torino, Djidji in prestito: dialogo aperto con il Nantes

Calciomercato Torino, Djidji in prestito: dialogo aperto con il Nantes

In entrata / Koffi Djidji è il profilo che il Toro starebbe valutando nel caso in cui si scegliesse di intervenire in difesa

di Silvio Luciani,

A più riprese si è parlato delle dinamiche di mercato riguardanti la difesa granata. Con gli acquisti di Izzo e Bremer il pacchetto dei difensori sembrava completo, ma l’infortunio di Bonifazi e il recupero incerto di Lyanco avevano portato il Torino a valutare di nuovo il mercato dei centrali. In questi giorni si è aperta la pista che potrebbe portare a Koffi Djidji, difensore classe 1992 del Nantes. Il Toro ha intavolato una trattativa con il club francese, che sarebbe favorevole ad un prestito. Djidji è un difensore duttile, che può agire sia sul centrosinistra che sulla corsia mancina. Inoltre, nonostante i soli 25 anni, il centrale ivoriano può vantare 95 presenze in Ligue 1, tutte con la maglia dei ‘les canaris’.

Calciomercato Torino: Djidji e Diego Carlos, occhi sui centrali del Nantes

Evidentemente il Toro sta cercando di velocizzare la trattativa per completare il pacchetto arretrato. Al momento, infatti, gli infortuni di Bonifazi e Lyanco hanno ridotto le possibilità di scelta del tecnico e quella di Djidji potrebbe essere una chance interessante per la dirigenza granata. Se la cogliesse, il Toro potrebbe anche dover cedere in prestito Bonifazi che troverebbe pochi spazi in retroguardia. D’altra parte, il calciomercato chiuderà tra due giorni e imbastire una trattativa lampo non è semplice e neanche conveniente. Non è da escludere quindi, che il Torino possa puntare sul rientro della coppia Bonifazi-Lyanco per completare un pacchetto arretrato di tutto rispetto, composto da giocatori giovani e di livello.

21 Commenta qui
  1. Dani toro - 2 mesi fa

    Scusate fratelli granata, una mia piccolissima riflessione… Ma come si fa a spendere decine di mln di euro per 21enni x poi svincolare i ns primavera? A sto punto i ns dovrebbero pensare seriamente a cambiare il cognome cosicché i procuratori farebbero a spallate…. Vedi i vari bonifazoviv, ederas, zaccognovic ecc ecc…. Unica eccezione, Butic, strano non sia ancora messo nei regni del calcio che conta, si vede che non hanno capito che è straniero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13963277 - 2 mesi fa

    Mi sto ricredendo, non penso più dal 10-15° posto……. solo una salvezza tranquilla, anche il Sassuolo e (forse) anche il Genoa sono superiori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. menkheperra - 2 mesi fa

      Questo me la segno…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. fabrizio - 2 mesi fa

    Ultima notizia di mercato. Patacca ha scovato un nuovo super centrocampista islandese: Hvannadalshnjúkur

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Puliciclone - 2 mesi fa

    Fòrsa Gigi he he!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Simone - 2 mesi fa

    Sorprende che si parli ancora di difensori dove a occhio e croce saremmo a posto mentre, a parte krunic, non sento parlare di centrocampisti, possibilmente con la “C” maiuscola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. prawn - 2 mesi fa

    Ma non ce la tiravamo qualche mesetto fa che avevamo solo giocatori di proprietà…

    Come si cambia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 2 mesi fa

      Nkoulou arrivato in prestito e poi riscattato è stato uno dei migliori acquisti degli ultimi 10/15 anni.
      Se non vengono comperati subito non va bene?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabrizio - 2 mesi fa

        certo soprattutto se paragonato alle decine di bidoni che sono arrivati… in 15 anni gli acquisti buoni di papa cairo li conti sulle dita di UNA mano

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

          [email protected] Darmian Glik, D’Ambrosio, Cerci, Belotti, Zappacosta, Sirigu, Baselli, N’kolou, BP33, Hart, Gillet, Izzo, quagliarella, tutti scarponi hai ragione.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. marione - 2 mesi fa

            Azz chissà che trofei allora… Quand’è che andate a festeggiare in via Roma le plsuvalenze?

            Mi piace Non mi piace
          2. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

            Marione a festeggiare vacci tu con i tuoi colleghi a striscie.

            Mi piace Non mi piace
      2. prawn - 2 mesi fa

        il diritto di riscatto mi piace, si prova uno per un anno e poi si compra, meglio dei bidoni che ancora ci teniamo modello zavorra.

        tuttavia cairo dovrebbe starsene zitto nel dire che abbiamo solo giocatori di proprieta’

        e’ vero che tra tutti i mali questo e’ minore, anzi come detto sopra, bene se poi si riscattano quelli buoni

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

      Se c’è il diritto di riscatto… è come se fossero di proprietà poi…se il calciatore interessa diventa tuo (N’kolou) altrimenti in caso di infortunio o di cattivo rendimento ciao ciao.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Granata - 2 mesi fa

      Poi, aggiungo, ci sono società ( Toro e Atalanta ) che prendono due giocatori ( Pasalic, Ola ) dalla stessa società ( Chelsea ) in prestito con diritto ma una diritto gratis ( Toro ) l’altra ( Atalanta ) diritto oneroso !!! Ma vuoi mettere ? Una programma ( Atalanta dove Gasperini si lamenta ) l’altra improvvisa ( Toro ) !!!! Boh

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

        Pasalic e Ola sono prospetti diversi uno è pronto subito, l’altro chissà se lo sarà mai.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Granata - 2 mesi fa

        @Bacigalupo spiegami perché Pasalic ha sempre e dico sempre cambiato squadra. Sempre in prestito e mai nessuno lo ha voluto riscattare. Su Ola non mi esprimo ,devo vederlo. Il senso era che l’Atalanta fa un operazione simile smenando soldi per un soggetto che nessuno ha trattenuto ed a detta dei furbissimi qui , programma. Il Toro prende uno gratis ed improvvisa. Questa differenza non capisco

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

          Forse e dico forse Pasalic è stato richiesto da Gasperini che pensa di cavarne qualcosa di buono.
          Il Chelsea non lo dava in prestito gratuito e l’Atalanta per accontentare il suo mister (che comunque non le ha mandate a dire sui giornali) ha ceduto e ci ha smenato dei soldi.
          Detto per inciso l’operazione Ola la ritengo intelligente e credo che dietro ci sia stato un bel lavoro di scouting e di informatori.
          Speriamo per il nostro bene che non sia un Vesovic, ma già far affari ed esser credibili con squadre del calibro del Chelsea dimostra la crescita della società.
          Poi, ma questa è solo una mia impressione credo che Gonte abbia dato qualche info sul ragazzo al suo conterraneo ed amico Petrachi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Granata - 2 mesi fa

          Si Conte e Petrachi sono amici. Su Ola vedo un futuro diverso da Vesovic, molto

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

            Anche io Fratello.
            Purtroppo le possibilità economiche.sono quelle che sono….con Sinisa si sono buttati al macero 2 anni con acquisti scriteriati e assetto tattico demenziale.
            Mazzarri che ritengo un allenatore superiore a Ventura, riporterà la barca in porti sicuri in attesa di salpare.
            Periferici, romane, milanesi e napoli hanno organici superiori ai nostri….
            Noi siamo nella fascia di Atalanta e viola per cui tra un 7’ed un 9′ posto.
            Se qualcuna davanti fallisse…

            Mi piace Non mi piace
          2. Carlao - 2 mesi fa

            A se lo dici tu…fine intenditore di calcio

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy