Brescia e Cesena testa a testa

Brescia e Cesena testa a testa

di Igor Stasi

Le giornate passano e il campionato di B si fa sempre più interessante e combattuto con un Lecce che ormai sembra sicuro di aggiudicarsi il primo posto ma con le squadre che subito dietro si danno battaglia tanto da trovarsi in sei raccolte in quattro punti.

Ma le prospettive e gli umori di questa lotta sono diverse da una squadra all’altra, ad esempio il Cesena…

di Redazione tvvarna
di Igor Stasi

Le giornate passano e il campionato di B si fa sempre più interessante e combattuto con un Lecce che ormai sembra sicuro di aggiudicarsi il primo posto ma con le squadre che subito dietro si danno battaglia tanto da trovarsi in sei raccolte in quattro punti.

Ma le prospettive e gli umori di questa lotta sono diverse da una squadra all’altra, ad esempio il Cesena potrà dirsi soddisfatto per essere uscito indenne dal match con il Torino consolidando il suo secondo posto in comproprietà con il Brescia. Più difficile invece ora la situazione dei granata che nelle ultime tre partite hanno racimolato soltanto 2 punti interrompendo e in parte rovinando la bella rincorsa che aveva portato a 4 vittorie consecutive. Ma ci sono ancora 6 giornate è la squadra di Colantuono può giocarsela ancora in ottica play-off.

Si fa invece raggiungere la capolista che ospitava il Brescia desideroso di una vittoria per portarsi davanti al Cesena. Partono fortissimo i salentini che segano due reti in 6 minuti, prima con un colpo di testa di Marilungo sugli sviluppi di un corner, e al 6’ con Corvia che approfitta di una corta respinta della difesa bresciana e fulmina il portiere con un bel diagonale.
Ma le rondinelle non si abbattono e al 31’ accorciano le distanze con Taddei, e poi chiudendo il primo tempo con il pareggio di Possanzini con un bel destro a giro. Nel secondo tempo da segnalare il gol annullato ai bresciani per un fuorigioco inesistente, e un’occasione sciupata dai padroni di casa per passare in vantaggio con Angelo.

Continua la scalata del Cittadella che batte entro le mura amiche anche la Triestina e si candida senza dubbio per un posto ai play-off. I veneti passano in vantaggio con Bellanzini al 26’ con un tiro dal limite che si infila perfettamente all’incrocio. Dopo aver sfiorato il raddoppio per ben due volte nella ripresa il Cittadella segna il secondo gol con Pettinari che ne approfitta respingendo a rete un suo tiro non trattenuto da Calderoni.

Grande affanno per il Grosseto che rischia la sconfitta contro il fanalino di coda della Serie B ma riagguanta i 3 punti in recupero sulla Salernitana. I toscani partono bene segnando due reti in un quarto d’ora prima con un colpo di testa di Pichlmann al 4’ e poi con il successivo raddoppio di Vitiello. Sembra finita ma la Salernitana non vuole fare la vittima sacrificale e riapre i giochi con Dionisi che stoppa un lancio lungo, salta il portiere in uscita e insacca a porta vuota. I campani ci credono e dopo aver fallito due palle gol colpendo due pali, pareggiano e sorpassano con due reti di Caputo la prima al 58’ con un diagonale dal limite, la seconda colpendo di testa la respinta di Carpaco. Il Grosseto capisce che deve svegliarsi, e allora dopo aver messo la palla al centro trova l’immediato pareggio con Vitiello. L’offensiva dei toscani continua fino al 77’ quando Pichlmann firma il 3-4 per il definitivo sorpasso.

Un’altra squadra toscana crede ancora ai play-off, l’Empoli infatti rifila 4 reti al Padova rimanendo in scia per rientrare tra le prime 6. Dopo 20’ minuti il bomber brasiliano Eder firma il primo gol con un puntuale tap-in sul cross di Coralli. Trascorrono 20’ e l’attaccante raddoppia insaccando una corta respinta di Cano. Il Padova non approfitta del rigore assegnato dal direttore di gara, con Soncin che si fa parare la massima punizione da Bassi. Ne approfittano invece i padroni di casa, che giocando 10 contro 10 per le espulsioni di Petrassi e di Saudati, segna il terzo gol con un rigore di Coralli che causa anche l’espulsione di Trevisan (per fallo di mano volontario in area). Il quarto gol porta invece la firma di Musacci con un bel tiro a girare dal limite.

L’Ascoli ritrova dopo 15 anni i tre punti in casa dell’Ancona. I bianconeri passano in vantaggio nel momento di maggiore difficoltà con Antenucci che scatta al limite del fuorigioco e superato anche l’estremo difensore avversario realizza a porta vuota. L’ancona sfiora due volte il pareggio, ma nel secondo tempo la partita diventa più cattiva, tanto da ridurre entrambe le squadre in 9 uomini per le espulsioni di Zavagno, Micolucci, Cosenza e D’Agostino. Tutto poi si risolve negli ultimi minuti di gara con l’Ancona che al 90’ trova finalmente il pareggio con un colpo di testa di Cristante. Ma i bianconeri non mollano e due minuti dopo si riporta avanti con un diagonale di Giorgi.

Supera l’esame dello scontro salvezza il Mantova che batte di misura il Gallipoli. Dopo due traverse di Nassi i virgiliani riescono a passare al 62’ con un bel colpo di testa di Pettinari che era appena entrato in campo.

Sempre nelle zone basse della classifica vittoria importante in trasferta del Vicenza che strappa tre punti in casa del Frosinone. Il ritorno sulla panchina biancorossa di Maran ha dato la scossa ai veneti che passano in vantaggio con il gol vittoria di Sgrigna al 77’ con un destro dal limite che si infila sull’angolo lungo.

Pareggio con un gol per parte invece tra Modena e Albinoleffe con i  bergamaschi che fanno un altro passo importante verso la salvezza. I ragazzi di Mondonico passano in vantaggio al 25’ con un colpo di testa di Garlini sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Previtali. I canarini non ci stanno e nella ripresa Bruno stoppa un lancio lungo proveniente dalla difesa e fa partire un bel destro in controbalzo dal limite dell’area. Il Modena potrebbe effettuare il sorpasso ma non ne approfitta fallendo prima un rigore con Pinardi che calcia a lato, e poi nel finale con la traversa di Troiano che vede sulla respinta il tiro alto di Bianco.

Domani sera match importanti chiudono la 36^ giornata con Picenza-Sassuolo e Reggina-Crotone.

Ancona-Ascoli 1-2
Marcatori: 25´ Antenucci (Asc); 90´ Cristante (Anc); 92´ Giorgi (Asc)

Cittadella-Triestina 2-0
Marcatori: 25´ Bellazzini (Cit); 61´ Pettinari (Cit)

Empoli-Padova 4-0
Marcatori: 19´ Eder (Emp); 40´ Eder (Emp); 82´ rig. Coralli (Emp);
88´ Musacci (Emp)

Frosinone-Vicenza 0-1
Marcatori: 77´ Sgrigna (Vic)

-Brescia 2-2
Marcatori: 2´ Marilungo (Lec); 8´ Corvia (Lec); 31´ Taddei (Bre);
42´ Possanzini (Bre)

Mantova- 1-0
Marcatori: 63´ Pellicori (Man)

Modena-AlbinoLeffe 1-1
Marcatori: 19´ Garlini (Alb); 65´ Bruno (Mod)

Piacenza- lunedì ore 19

Reggina-Crotone lunedì ore 21

Salernitana-Grosseto 3-4
Marcatori: 4´ Pichlmann (Gro); 16´ Vitiello (Gro); 18´ Dionisi (Sal);
58´ Caputo (Sal); 65´ Caputo (Sal); 67´ Vitiello (Gro); 77´ Pichlmann (Gro)

Torino-Cesena 1-1
3’st Ogbonna, 31’st Ceccarelli

 

 

Cannonieri
24 Pinilla M.  (Grosseto, 8 rig.), 23 Bianchi R. (Torino, 5 rig.), 22 Eder C. (Empoli, 10 rig.), 21 Antenucci M. (Ascoli, 3 rig.), 19 Caracciolo A. (Brescia, 7 rig.), Mastronunzio S. (Ancona, 5 rig.)

Classifica
Lecce 64; Brescia 59; Cesena 59; Cittadella 57; Grosseto 57; Sassuolo 55; Torino 55; Empoli 52; Ancona 50; Crotone 50; Ascoli 50; AlbinoLeffe 46; Piacenza 46; Modena 46; Vicenza 44; Reggina 43; Frosinone 43; Triestina 42; Mantova 41; Padova 40; Gallipoli 37; Salernitana 17

Prossimo turno 24/04/2010
AlbinoLeffe-Frosinone; Ascoli-Piacenza; Brescia-Reggina; Cesena-Empoli; Cittadella-Mantova; Crotone-Torino; Gallipoli-Salernitana; Grosseto-Lecce; Sassuolo-Ancona; Triestina-Modena; Vicenza-Padova

0 Commenta qui

Recupera Password

accettazione privacy