Calciomercato Toro, il saldo: monte ingaggi diminuito, e il prestito di Boyè è oneroso

Calciomercato Toro, il saldo: monte ingaggi diminuito, e il prestito di Boyè è oneroso

I granata incassano circa 750mila euro dal prestito dell’argentino, e ne risparmiano altrettanto con i prestiti

di Redazione tvvarna

Come di consueto, a chiusura del calciomercato, ecco il saldo tra “entrate” e uscite per quanto riguarda il Torino. Saltato il grande obiettivo Donsah, come noto, questa finestra invernale non ha visto i granata particolarmente attivi, visto che l’unica entrata è stata di fatto quella del giovane attaccante Vitalie Damascan, per il quale però manca il tesseramento ufficiale visto che il giocatore non ha ancora ultimato le pratiche per il passaporto rumeno. Premettendo che le cifre ufficiali non sono state ancora rese note, l’affare tra Torino e Sherrif Tiraspol sarebbe del valore di circa 1.5 milioni di euro.

In uscita, invece, tanti prestiti che di fatto alleggeriscono leggermente il monte-stipendi granata. La cessione in prestito oneroso con diritto di riscatto (a 12 milioni) al Celta Vigo di Boyé permette ai granata di risparmiare circa 125mila euro (dei 250mila di stipendio annuale) e di guadagnare circa 750mila euro dal prestito oneroso. Approssimativamente, 125mila euro è la stessa cifra risparmiata per il prestito di Gustafson al Perugia. L’addio di Sadiq, invece, vale circa 175mila euro risparmiati.

ACQUISTI: Damascan, Sheriff Tiraspol: acquisto per 1.5 milioni (non ancora tesserato in attesa di passaporto rumeno). TOTALE SPESA: 1.5 milioni di euro

CESSIONI: Gustafson, prestito Perugia (risparmio 125mila euro), Boyé, prestito oneroso con diritto a 12 milioni Celta Vigo (750mila euro prestito oneroso + risparmio 125mila euro); Sadiq, ritorno a Roma – poi NAC Breda (risparmio 175mila euro). TOTALE “RISPARMIO”: 425mila euro. TOTALE RICAVO: 750mila euro

17 Commenta qui
  1. Michele Nicastri - 4 mesi fa

    IL diritto di riscatto a 12 mln è del tutto fittizio. E’ come se io prestassi a un amico una Renault CLio usata di 5 anni che vale 4000 Eur e gli dicessi: se ti piace, per 12000 Eur puoi tenertela…
    Se poi Boyé facesse 15 gol in mezzo campionato spagnolo, al Celta magari ci penserebbero, ma dato che non ha fatto 15 gol in tutta la sua carriera, ci credo poco.
    Speriamo che giochi, tornerà all’ovile con un po’ di esperienza in più e vedremo se potrà essere utile l’anno prossimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. renato - 4 mesi fa

      Osservazione del tutto assennata, la condivido in pieno. Per ora Boyè non ha molto convinto il sottoscritto, e poi se manca lui non è che restiamo a piedi come attaccanti. Forse ci dimentichiamo troppo spesso di un certo Edera che secondo me ne vale 10 di Boyè e che la sociatà ha ritenuto, MOLTO SAGGIAMENTE, di tenerselo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. CUORE GRANATA 44 - 4 mesi fa

    In merito al prestito di Boyè mi paiono opportuna alcune precisazioni: 1 Il ragazzo è una delle tante “scommesse” del ns. DS ed è venuto al Toro praticamente a parametro zero 2 Era in orbita River Plate che non l’ha trattenuto e questo già mi pare un aspetto significativo 3 In Argentina ha sempre giocato da seconda punta con risultati assai modesti 4 Può darsi che nella Liga, campionato certamente meno tattico del ns., possa fare bene ma il riscatto a 12 ml. mi sembra una cifra fuori da ogni logica o meglio una sorta di bingo da parte della “premiata ditta” Cairo&Petrachi.FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. tric - 4 mesi fa

    Quel che stupisce è che a Vigo abbiano messo gli occhi su Boyé, mentre noi che l’avevamo qui non gli abbiamo fatto fare altro che i deprimenti dieci minuti finali qualche volta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Marino - 4 mesi fa

    Ottimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. WGranata76 - 4 mesi fa

    Teniamo conto anche del contesto. Il campionato spagnolo è molto più tecnico e meno falloso e tattico della serie A, quindi un giocatore con dei fondamentali così elevati può fare molto più impressione che in Italia.
    Nella valutazione vanno fatti tanti discorsi e non meramente che qui non ha reso o ha segnato poco.
    Come ho già detto è un giovane che alla prima in serie A ha avuto le stesse prestazioni, forse un poco maggiori di Niang alla sua prima stagione al Milan. Inoltre ha una tecnica di base veramente notevole e un buonissimo fisico, mentre è carente di tattica e disciplina, cose più veloci e facili da apprendere maturando.
    Il talento e l’età sono dalla sua, nelle prima stagione ha fatto bene e quest’anno non ha avuto modo di mostrare quanto vale. Una attenuante è anche che in 18 mesi non aveva un allenatore noto per l’acume tattica e di formatore a seguirlo.
    Se sommiamo tutto e lui fa bella figura in Spagna, ci giochiamo male le carte. Un controriscatto era fondamentale e non è stato messo, così se il ragazzo fa bene perdi tanto dell’investimento fatto in passato per risparmiare 500K€… ma davvero una società seria che punta all’europa fa sti conti?? Manco la massaia o il droghiere sotto casa fa ste cappelle su… l’europa e la crescita non sono nei nostri obbiettivi prioritari e tutte queste manovre lo dimostrano chiaramente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. WGranata76 - 4 mesi fa

      Boyè intendo, me lo sono perso..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. prometeora - 4 mesi fa

    avessero voluto venderlo non avrebbero messo il riscatto a 12 milioni!In 5 mesi è impossibile dimostrare di valere tutti quei soldi quando ora vale non più di 3 M

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 4 mesi fa

      Il Gallo è arrivato ad 80 in una stagione praticamente…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Spygor - 4 mesi fa

    Ho sempre rispetto per chi tira fuori i soldi,ma le cifre servono per fare bilanci e a noi sinceramente il bilancio entrata e uscita,ci interessa fino a un certo punto.Piuttosto la scelta di Boyè,spero sia stata valutata bene,vero che ha fatto molta panchina,rischiava di giocare poco però,con il Gallo non in perfetta forma,se non si credeva in lui,bisognava attivarsi e trovare un’attaccante,tra serie A e B,ci sarà pur stato un giocatore valido da mettere la davanti nel caso ci fosse stata la necessità,così,che alternative abbiamo?Damascan sinceramente non so chi sia e finche non sarà sul campo,tutto ciò che si scrive,conta poco…Spero che il nostro centocampo,possa riprendre un po di forma e di lucidità che ultimamente sembra avere perso…In questi giorni di mercato ho anche letto che Obi stava per essere lasciare il Toro,se fosse arrivato Donsah,ma davvero qualcuno pensa che se fosse arrivato il giocatore dal Bologna,facevamo il salto di qualità?Obi,come purtroppo sappiamo ha sovente problemi fisici,ma è un buon giocatore,che ha anche segnato…Piuttosto mi farei una domanda,Baselli,dov’è finito,Rincon,che sapevamo non essere un fenomeno,che sta facendo?Così Valdifiori,che sembrava aver risolto il problema del centrocampo,gioca una volta si e 10 no….Il nostro grande problema è questo,non abbiamo un vero regista che sia all’altezza…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granata - 4 mesi fa

      Considerazioni che condivido, ma per quanto riguarda il regista il problema è che Baselli lo si fa giocare fuori posizione e Lijajc manco lo si prova in quel ruolo. Quello che non capisco è come mai Valdifiori (lento e statico purtroppo, come si poteva immaginare visto che Sarri al Napoli l’ ha tenuto sempre in panchina) gioca in quel ruolo, ma quando non c’ è lui in quella zona di campo (centrale davanti ai due mediani) si muove sostanzialmente Rincon e non è proprio l’ uomo adatto. Ora Baselli non è quello che si dice un combattente, però ha buona tecnica e buona visione di gioco. Meglio ancora Lijajc e non mi si dica che arriva tardi agli allenamenti e che è antipatico, perchè una società seria dovrebbe saperlo gestire e dei tifosi meno viscerali dovrebbero riflettere sul fatto che a causa di certi pregiudizi se n’ è andato un signor giocatore come Quagliarella e non è arrivato Gasperini.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13746076 - 4 mesi fa

    A noi tifosi interessa vincere o quantomeno divertirsi a vedere il Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. FVCG'59 - 4 mesi fa

    Quindi, se ho capito bene, Boyè va in Spagna in prestito oneroso (il Toro intasca soldi) fino a giugno ma, se il ragazzo li convince, lo potranno riscattare per 12 milioni…
    Quindi lo staff tecnico del Toro non lo ha ritenuto un giocatore di prospettiva, lo ha bocciato e messo in vendita: spero tanto di sbagliarmi ma la considero UNA CAGATA PAZZESCA, di fantozziana memoria!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. torinodasognare - 4 mesi fa

    Ma a noi poveri tifosi che ne viene in tasca scusate?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 4 mesi fa

      Niente. L orgoglio di sapere che la nostra società ha i conti più che a posto, anche perché i conti non sono proprio come li ha fatti l articolista. Per avere uno straccio di risultato sportivo che ci dia orgoglio vero c è tempo, non so se sarà mai con questo presidente…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. MAgo - 4 mesi fa

      Come minimo di non finire come il Parma ! Siamo già falliti una volta ed a me basta e avanza…
      Se poi ti devo dire, certo che anche a me piacerebbe vedere una squadra divertente e che centri qualche risultato, ovviamente, essendo abbonato quindi partecipando …
      In realtà in questo mercatino non penso ci fossero fenomeni da prendere, nè per noi nè per altri più ricchi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. steacs - 4 mesi fa

        Ricordati quanto hai detto del Parma che fra 3 anni sará sopra di noi come fanno regolarmente tutti gli anni Napoli.e Fiorentina che era in C, anni dopo che Cairo giá c’era!

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy