Calciomercato Torino, cresce la voglia di Francia per Niang: su di lui Bordeaux e Rennes

Calciomercato Torino, cresce la voglia di Francia per Niang: su di lui Bordeaux e Rennes

In uscita / L’attaccante franco-senegalese è stato richiesto dal Leganes, ma la sua volontà è quella di andare in Francia

di Gualtiero Lasala,

Ancora mercato, fino alla fine di agosto: in uscita continua a tenere banco, nell’ambiente granata, una cessione di almeno un attaccante, essendo il reparto più che pieno con l’arrivo di Simone Zaza e la conferma in prima squadra di Simone Edera. Il principale indiziato a lasciare l’ovile granata pare essere M’Baye Niang, fuori dai piani della società e di Mazzarri, tanto che l’allenatore granata non l’ha convocato per le prime due partite di campionato. Il Toro sta cercando di cedere il centravanti, ma senza rimetterci troppo, considerando che l’acquisto del giocatore franco-senegalese è costato ai granata circa 15 milioni di euro.

SOLO FRANCIA – La dirigenza granata, per questo, sta cercando di dialogare sia con il giocatore che con altre società per riuscire a comprendere quale sia la soluzione migliore da adottare per accontentare tutti. Ciò che si evince dal giocatore è che la sua primaria volontà sia quella di andare Oltralpe, per potersi mettere alla prova nel campionato francese: ci sono interessi anche da altri campionati: dalla Spagna ci ha provato il Leganes per il prestito con diritto di riscatto, ma Niang per ora dà la priorità ad un trasferimento in Francia, per motivi personali ed anche professionali.

Calciomercato Torino, Niang spera nella Francia: si dialoga con Nizza e Marsiglia

BORDEAUX E RENNES –  E nel campionato d’oltralpe sono diverse le squadre che nelle scorse settimane hanno esternato interesse, dal Marsiglia al Nizza(QUI i dettagli), ma non si è mai andati al di là di discorsi preliminari sulla formula: il Torino ha declinato ogni proposta di prestito, puntando su un’operazione a titolo definitivo. Nelle ultime ore, per il giocatore del Toro, si sono fatte sotto altre due squadre francesi, ovvero il Bordeaux e il Rennes, che potrebbero decidere di acquistare l’attaccante per rinforzare il reparto offensivo. Nelle ultime ore di mercato, come spesso accade, le richieste rigide del Torino – di cessione definitiva – potrebbero ammorbidirsi e la società granata potrebbe anche arrivare ad accettare un prestito con diritto di riscatto. In queste e nelle prossime ore continueranno i negoziati e le valutazioni per trovare il giusto compromesso.

26 Commenta qui
  1. ale_gran79 - 2 mesi fa

    Non ha reso quanto ci si aspettava (non da tutti a dire il vero… ed io ero tra quelli che non avevano grandi aspettative), nonostante questo non vedo ragioni per insultarlo.
    Ad ogni modo e’ palesemente fuori dal progetto tecnico di Mazzarri, quindi non ha senso che resti da noi, anche nel suo interesse.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ACT1906 - 2 mesi fa

    Vattene ingrato
    FORZA TORO!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Forvecuor87 - 2 mesi fa

    Ti ci porterei a spalle in Francia.
    Se penso a come potrebbero essere stati investiti tutti quei soldi per un paracarro simile!
    Qui razza di indegno avevi tutti i mezzi possibili per rilanciarti e fare una grande stagione. La tifoseria ti avrebbe amato è stimato.
    Ciò vuol dire che sei solamente un peso per l’umanità e non apprezzi la fortuna che hai avuto a diventare un calciatore professionista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. co_riv_637 - 2 mesi fa

    Asorsolutamente da cedere a qualsiasi forma e prezzo.Purtroppo questa volta il pacco lo abbiamo ricevuto noi.Disfarsene a qualsiasi cifra;non deve rimanere nella rosa un elemento del genere.Abbiamo già chi lo possa rimpiazzare.Arrivederci e grazie(eufemismo)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Granatissimo - 2 mesi fa

    Chiedete di meno e lo vendere subito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-14003131 - 2 mesi fa

    Via il ballerino nero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Wallandbauf - 2 mesi fa

    Nizza, marsiglia, bordeaux, rennes, lagalanes…ho paura che sia più petrachi a voler vendere che queste squadre a voler comprare..i soldi spesi per niang alla fine rientreranno vendendo lijaic..e questo sarebbe un grave errore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Madama_granata - 2 mesi fa

    Nyang ha voglia di Francia, e noi abbiamo voglia di Nyang in Francia!
    Temo però che la Francia non abbia poi così tanta voglia di Nyang!
    Si informano, le squadre francesi, “sondano”, lo richiedono al massimo in prestito, e lí si fermano!
    Nyang dovrebbe scendere a più miti consigli, ed accettare anche la Spagna, solo che a richiederlo non sono il Real Madrid, né l’Atletico o il Barcellona, ma è una squadra di seconda fascia:per questo motivo, secondo me, Nyang non gradisce la Spagna!
    Bisogna riuscire nel miracoli: va bene il.prestito, ma CON OBBLIGO DI RISCATTO”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 2 mesi fa

      Completo: altrimenti, con solo il “diritto di riscatto”, a gennaio o a giugno del prossimo anno Nyang “ritorna a casa”, ancora più svalutato di adesso!
      Bisogna cederlo definitivamente o darlo in prestito con obbligo di riscatto!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. sysma_558 - 2 mesi fa

      Questa ormai, mettiamoci una croce sopra, è una minusvalenza garantita di cui dobbiamo ringraziare il grande genio di Sinisa. Io gli chiederei i danni.
      Fvcg

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Tifoso della Maglia - 2 mesi fa

    spero e penso che anche petrachi e Cairo abbiano capito quanto sia importante ljajic x noi e quello da vendere prestare regalare sia niang

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. granatadellabassa - 2 mesi fa

    Domani sera spero di leggere di qualche trattativa avanzata per la sua cessione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Kalokagathia - 2 mesi fa

    Io a un certo punto nei panni di Mazzarri farei di necessità virtù e proverei ad emulare il Real Madrid dei vari Figo, Zidane, Beckam, Raul, Ronaldo…

    Centrocampo: Rincon, Meite

    Trequarti: Zaza, Ljiaic , Falque

    Attacco: Belotti, Niang

    E nonostante ciò avremmo ancora attaccanti di buon livello come riserve: Edera, Berenguer, Butic.

    Daje Mazza regalaci lo spettacolo degli spettacoli, mostraci i segreti e oscuri poteri che si celano dietro quel volto paonazzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Ku - 2 mesi fa

    Mandatelo in Francia se veramente lo vuole qualcuno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-13722867 - 2 mesi fa

    Niang vuole la Francia ma forse è la Francia che non vuole lui

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Colbacco_60 - 2 mesi fa

    E’ tutta l’estate che siti e giornali ci raccontano di questo grande amore dei francesi per Niang e, per fortuna, di Niang per la Francia: consiglio loro di copulare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. claudio sala 68 - 2 mesi fa

    Mi sembra che non sia molto nelle corde di Mazzarri per cui sta bene cederlo. È comunque un giocatore sopravvalutato, in ligue 1 potrebbe fare la sua figura

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. André - 2 mesi fa

    Niang (a mio modesto parere), non ha mai fatto o detto nulla (o quasi per essere gentili) da TORO…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. AppianoGranata - 2 mesi fa

    Ragazzi, se non facciamo in fretta il cigno nero ci resta sul groppone e ci costa 200.000 euro lordi al mese… ok anche per il prestito gratuito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. ToroFuturo - 2 mesi fa

    Tre considerazioni su Mazzarri:
    a) dato che dall’inizio ha deciso di non parlare pubblicamente di mercato, non ho capito l’ultima uscita sull’eccessivo numero di attaccanti. Tra l’altro la maggior parte degli allenatori sarebbero ben felici di averli.
    b) dovrebbe sfruttare e valorizzare Ljajic esprimendo il veto alla cessione. Ljajic può essere punta, mezza punta o centrocampista, si può impiegare in diversi moduli e può risolvere una partita con una giocata o una punizione. Ha piedi buoni e, giocando prima con la testa e poi con i polmoni, può essere calcisticamente longevo. Direi che è paragonabile al Dybala dell’altra squadra di Torino.
    c) pur essendo complessivamente buone le prestazioni contro Roma e Inter, bisogna tenere presente che il Toro continua a soffrire negli ultimi 5 minuti + recupero. Ieri non si è evidenziata a sufficienza la parata di Sirigu nel finale. Mazzarri e il suo staff dovrebbero lavorare sulla testa dei giocatori affinché si tolgano il vizio di mollare alla fine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

    D’altronde chi di noi vorrebbe tarpargli questa “voglia di Francia”?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Junior - 2 mesi fa

    È lui che deve essere ceduto non certo Adem. La sua cessione porterà anche più equilibrio tra gli attaccanti e gli darà più motivazione per fare bene in qualche altra squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

    Prestito oneroso di 1-2 mln e diritto di riscatto. Risparmiamo lo stipendio e incassiamo 1-2- mln.
    L’anno prossimo poi se ne riparla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. GlennGould - 2 mesi fa

    Disfarsi di Niang sarà difficilissimo, a meno che di svenderlo, e tanto. Cairo, due anni fa, fece il gravissimo errore di assumere Sinisa; ne ha pagato un prezzo altissimo, Niang è l’ultima “rata” di questo errore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. CUORE GRANATA 44 - 2 mesi fa

    Ritengo che la Società sappia perfettamente che,al momento, sia impossibile trovare un acquirente per Niang.Nel “gioco delle parti” stà cercando di “tenere il punto”, ma ormai siamo agli sgoccioli e quindi aprirà ad un prestito senza obblighi ad un club di Ligue 1.Risparmierà un lauto ingaggio e se il giocatore dovesse fare una decina di reti( cosa che potenzialmente ha nelle corde) potrebbe cederlo recuperando buona parte di un investimento che continua a rimanere incomprensibile.FVCG!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Vecchiotifoso - 2 mesi fa

    Sopra i 2.500 €
    Vendere!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy