Calciomercato Torino: Belotti, la clausola e il Monaco. Il punto

Calciomercato Torino: Belotti, la clausola e il Monaco. Il punto

Calciomercato / La clausola rescissoria è un’arma a doppio taglio: il futuro del giocatore resterà in bilico fino al “gong”

85 commenti

Un calciomercato da crepacuore quello vissuto fin qui dai tifosi del Torino che, giorno dopo giorno, mese dopo mese, si sono visti affiancare il proprio uomo simbolo – nonchè capitano – a numerosi top club europei. Dal Chelsea al Milan, fino al PSG e all’Arsenal, sono state tante le squadre provenienti da ogni parte d’Europa ad essersi interessate al Gallo. Con il tempo però, tutte le potenziali acquirenti si sono dileguate, ad eccezione del Monaco che – in caso di addio di Mbappè – starebbe pensando al granata come sostituto.

Solo voci, per il momento, quelle che accostano il numero 9 del Torino alla squadra del Principato.  Dalla Francia, infatti, rimbalza un indiscrezione che vedrebbe la compagine allenata da Jardim interessarsi maggiormente ai profili di Vietto e Dolberg. Due giocatori di assoluto valore e talento che, a differenza di Belotti, non sono vincolati da una clausola rescissoria da 100 milioni di euro. Potrebbe essere stata proprio la suddetta clausola a far vacillare le certezze della squadra del Principato che, in attesa di scoprire quale sarà il futuro di Mbappè, attende, temporeggia e valuta tutte le alternative. Se anche l’ultima concorrente al numero 9 granata dovesse tirarsi fuori dalla corsa al giocatore, poi, il ragazzo rimarrebbe molto volentieri sotto la Mole. In caso di permanenza infatti – come anticipato mesi fa su queste colonne – sarebbe già pronto per lui un adeguamento contrattuale con cifre da vero e proprio top player della squadra.

La clausola che lega Belotti al Torino però – si sa – è un’arma a doppio taglio: come tutti i giocatori nella sua situazione, infatti, il giocatore può ritenersi perennemente sul mercato. La situazione è chiara: qualunque squadra estera si presenti dal Torino con la cifra prestabilita dal contratto, renderebbe vano ogni potere contrattuale della società granata nei confronti del giocatore, estromettendola, di fatto, da qualunque decisione. In quel caso sarebbe il giocatore ad aver l’ultima parola riguardo il suo futuro, diventando padrone del proprio destino. Inoltre, non essendo specificato all’interno della clausola un termine ultimo di validità (la cosiddetta deadline), Belotti potrà essere acquistato, in caso di consenso dello stesso, anche l’ultimo giorno di mercato durante l’ultima ora disponibile. Una situazione controversa e a tratti sgradevole che, se a inizio mercato poteva sembrare essere a tutela del Torino e dei suoi tifosi, con il passare del tempo è divenuta una condizione pericolosa.

85 commenti

85 commenti

  1. Giustoro - 3 mesi fa

    A me risulta, da cosiddette fonti bene informate, che nel caso di non cessione, il nuovo contratto di Belotti sarebbe di 3,2 milioni annui; niente male per il Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawda - 3 mesi fa

    Una societa’ di calcio si giudica dai risultati sportivi e dopo dodici anni di gestione Cairo ed un settimo posto come miglior risultato mi pare sia acclarato che siano decisamente modesti. Se a questo si aggiunge che invece i risultati economici sono decisamente brillanti forse si puo’ comprendere perche’ molti esprimano delle critiche a questa gestione. Quello che piu’ sconcerta e’ dover rammentare che lo scorso anno si sosteneva che i soldi delle cessioni sarebbero stati disponibili solo quest’anno e quindi per questa ragione non venivano spesi e quest’anno, dopo aver incassato, con quindi delle cospicue disponibilita’ economiche in cassa, la societa’ non soltanto si guarda bene dall’intaccare il tesoretto ma riesce anche ad incrementarlo perche’ continua a non spendere nemmeno tutto quello che incassa. Il Torino ha l’ottavo bacino d’utenza della serie a ed e’ l’ottava societa’ per entrate da diritti televisivi, facendo un confronto sugli ultimi dodici anni rispetto ai risultati sul campo, questi ultimi sono stati peggiori in undici anni e solo nell’anno del settimo posto sono stati di un gradino sopra. Se si vuole crescere non sono gli spettatori quelli che possono cambiare i dati, oggi l’incidenza degli incassi da botteghino sul fatturato netto e’ pari all’8% mentre i diritti televisivi incidono per oltre il 70%, dovrebbe aumentare il fatturato netto ma per farlo le strade sono a mio parere decisamente diverse da quelle finora percorse dalla societa’. Infatti il fatturato netto e’ sostanzialmente fermo da tre anni, addirittura in leggera flessione nel 2016 rispetto al 2015 ed il valore della produzione e’ in discesa negli ultimi due anni passando dai 92,5M del 2014 agli 84,5M del 2015 ai 76,4 del 2016. Un’ultima considerazione non e’ vero che per essere competitivi servano chissa’ quali fatturati, soprattutto perche’ nessun tifoso ha mai chiesto di comprare Messi o di vincere lo scudetto; 300M di fatturato sono una cifra assurda, in Italia solo i gobbi la superano, la Lazio aveva 91M nel 2016 contro i 66M del Torino, il Napoli 140M ed il Leicester vincitore in Premier meno di 170M.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 mesi fa

      Magari tirando fuori i soldi dalle tasche, finalmente…?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marino - 3 mesi fa

        Sei pazzo vuoi fallire. :) Complimenti per la disamina di prawda. Aggiungo, mi pare scontato, ma sempre meglio spiegare, che i soldi dell’anno scorso sono stra sicuri, non ti ha fatto una cambiale Ciuccariello, quindi 1) la banca ti fa qualunque fido a cifre ridicole su quegli importi 2)Anche il Toro può pagare dilazionato, quindi i soldi c’erano già l’anno scorso e ci sono ancor di più questo anno. Se non si spendono è perchè non si vogliono spendere.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 3 mesi fa

          Ti rendi conto che basterebbe tirar fuori i venti e passa milioni che ci sono in cassa per prendere un buon centrocampista e un difensore centrale forte sinistro di piede e poi aspettare la conclusione della vicenda belotti in tranquillità… E invece niente… E ancora gente che difende l operato della società… Gli stessi che l anno scorso dicevano che il tesoretto sarebbe stato investito questo anno???? Haha

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. silviot64 - 3 mesi fa

    L’unica amara certezza che ho leggendo i commenti dei tifosi del Toro è che Cairo è davvero il miglior allievo che Berlusconi abbia prodotto. In grado quindi di far credere ai più le panzane meglio assortite con una pletora di adepti che cerca in ogni modo di giustificarne l’operato. Premesso che, come già detto più volte, chi si accontenta gode e godere può anche voler dire non lottare per la salvezza, veniamo ai dettagli. Chi compra il Toro? Nessuno. Quindi teniamocelo. Questa è la prima palla, anzi il primo bluff cairota. Come egli ben sa, ma molti qui fingono di ignorarlo. Chi di voi comprerebbe un qualcosa di sovrapprezzato? Nessuno. Balla numero due: la valorizzazione del vivaio. Non vi è alcuna valorizzazione sportiva del vivaio, solo, quando possibile, monetaria, con continui prestiti a destra e a manca fino a quando non sono vecchi. La terza : la buona fede nel porre la clausola per Belotti, ma, vedi un po’, l'”errore” della mancata deadline. Ma quale errore. L’obiettivo è prendere i 100 mln, presto o tardi che sia. Ha tentato il colpo grosso, forse riuscirà a portarlo a termine. Quarta: ho reinvestito quanto incassato. Qui non spiego nulla, fate voi i conti. Parlando solo di quest’anno il caso Simeone è la prova di quanto intenda reinvestire quanto incassato (e ho considerato l’aumento del monte ingaggi). Vado avanti ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 3 mesi fa

      Vai pure avanti se vuoi, ma stai raccontando cose che sono sotto gli occhi di tutti, a meno di grave cecità .
      Ma allo stesso tempo stai soltanto parlando della parte ” migliore” del calcio professionistico.
      Pecunia non olet per nessuno, e in questo mondo c’è n’è così tanta ma così tanta , che visto le cifre che stanno venendo fuori, forse neanche riusciamo ad immaginare.
      Se poi aggiungi che come sempre tutte le ricchezze di questo mondo sono distribuite o spalmate ( fai te) tra pochissimi beneficiari , ma prodotte da un numero infinitamente elevato di …… boh? Non so neppure come definirci.
      Quindi se la “fame di calcio” persiste, la minestra che passano i conventi e questa . Piaccia o meno.
      Forza Toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Athletic - 3 mesi fa

      Ma sovraprezzato de che??? Chi ha rinunciato a comprare il Toro perché Cairo ha chiesto troppo???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abatta68 - 3 mesi fa

        Possiamo stare qui a smenarcela quanto vogliamo, ma il calcio di oggi è questo, il presidente che abbiamo è questo e il Toro è questo… ma non da oggi… da sempre! credete che i discorsi che si ffanno su Cairo oggi non siano già stati fatti per altri 4-5 presidenti prima? vi devo far la lista dei presidenti che i tifosi volevano cacciare a pedate e che oggi li ricordano come esempi da perseguire? lasciamo stare và… senza la tragedia di Superga pure il Grande Torino si sarebbe dovuto “macchiare” della cessione di Valentino all’Inter, ed erano tempi totalmente diversi, non c’erano multinazionali a portarti via i giocatori. Il calcio è una bolla economica sconsiderata e devi avere un pelo lungo cosi se ci vuoi continuare a galleggiare… figuriamoci noi tifosi che riusciamo a malapena a capire se ci hanno aumentato o meno il costo di un abbonamento da 200euro… e stiamo a parlare di ste cose!! sui risultati sportivi poi… provate a fare la somma dei piazzamenti ottenuti dal toro negli ultimi 110 anni… poi dividete per 110… vedrete che il risultato non è molto diverso dagli ultimi campionati dell’era Cairo!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. prawda - 3 mesi fa

          Questo e’ quello che sostengono i difensori della gestione Cairo: siamo sempre stati mediocri ed i risultati sportivi sono sempre stati modesti. Il problema e’ che non basta ripeterlo come un mantra per farlo diventare vero, perche’ e’ falso e non lo dico io lo dicono i numeri. Nei 62 campionati a due punti il Torino e’ al quarto posto come punti conquistati, se si considerano tutti gli 86 campionati quindi anche con i tre punti il Torino scende all’ottavo posto; considerando solo gli ultimi 24 campionati con tre punti il Torino ovviamente scende al sedicesimo posto, d’altra parte e’ evidente a tutti che questi ultimi 24 anni sono stati il punto piu’ basso per i colori granata, quello che pero’ va ancora evidenziato e’ che se si considerano solo gli ultimi dieci anni si riesce incredibilmente a scendere ancora al diciassettesimo posto. La storia del Toro e’ ben diversa da quella attuale e il Torino di oggi non e’ nemmeno un lontano parente di quello passato.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. abatta68 - 3 mesi fa

            ti sei risposto da solo! i campionati sono campionati, che siano a 2 punti a vittoria o a 3! sugli 84 campionati siamo storicamente ottavi… come risultati sportivi, come fatturato, come tifosi, come… tutto! L’anno scorso siamo arrivati noni… non và bene, ma non è che abbiamo giocato in un altra categoria eh! possiamo fare meglio… dobbiamo puntare a fare meglio, i giocatori per primi, partendo proprio dalla condizione media di questa società, non dalla serie B. Ad oggi non stiamo facendo nulla di eccezionale e Cairo non si stà dimostrando un presidente eccelso, però c’è, è li che si barcamena per fare il meglio possibile, in un contesto che più o meno (come tu stesso correttamente hai riportato) è quello di una squadra che ha sempre lottato per stare nelle prime 8 in Italia.
            Guarda che l’ultimo centravanti della Nazionale che abbiamo avuto è stato Graziani e Pianelli, quando lo ha venduto, non aveva messo una clausola di 100milioni… è andato da Ciccio e gli ha detto “siamo messi male, trovati una squadra và!” ed era lo stesso presidente dello scudetto eh!

            Mi piace Non mi piace
          2. prawda - 3 mesi fa

            Forse non hai compreso i numeri che ho indicato ma in 62 anni di campionati a due punti il Torino e’ al quarto posto, negli ultimi dieci anni e’ diciassettesimo, io credo che anche il piu’ strenuo sostenitore di Cairo la differenza non possa non vederla. Questo senza contare il livello sempre piu’ basso in cui sta sprofndando il campionato di serie a, se si prova a confrontare il livello attuale con quello di 15/20 anni fa impressione la mediocrita’ di oggi. Io differenze con il passato ne vedo e tante, magari perche’ quel passato ho anche avuto in parte la fortuna di vederlo ma in ogni caso e fortunatamente, la storia del Toro e’ ben diversa da quella di questi ultimi dodici anni.

            Mi piace Non mi piace
          3. abatta68 - 3 mesi fa

            peccato che la Storia del Toro non è fatta di 62 campionati, ma parta dal 1906 e se la matematica non è un opinione… la Storia se la si vuole raccontare la si prende tutta, perchè sennò io mi metto a contare le migliori 3 stagioni di Cairo, oppure prendo il Toro da 38 al 49… che discorsi sono! a 2 punti, a 3 punti… cosa cambia? quei campionati li abbiamo giocati anche noi! siamo retrocessi altre volte, non solo nell’era Cairo… dopodichè se si vuole parlare del presente, parliamo degli ultimi anni o di quello che si potrebbe fare quest’anno… e io non credo che arriveremo 17esimi, molto più probabile 8avi!

            Mi piace Non mi piace
          4. prawda - 3 mesi fa

            Tu hai fatto una affermazione molto chiara “il Toro è questo… ma non da oggi… da sempre!” E’ una affermazione sbagliata, fatta per giustificare la mediocrita’ che sta vivendo il Torino in questi anni ma fortunatamente per i colori granata non e’ stato sempre cosi’. Quando parlo di 62 campionati a due punti mi riferisco a quelli a partire dal 1929 con girone unico e d’altra parte in rete le statistiche si riferiscono a quelli. Se non si riesce o non si vuole capire che nei primi 62 campionati a girone unico siamo quarti, nel totale degli 86 campionati a girone unico (quindi sia quelli a due punti che quelli a tre punti) siamo ottavi, mentre se consideriamo solo gli ultimi dieci anni siamo diciassettesimi, non so cosa farci. I numeri dicono questo, potranno non piacerti, ma confermano la mediocrita’ di questi dodici anni di gestione Cairo; sul presente ognuno avra’ le proprie opinioni ma tu per primo collochi la squadra all’ottavo posto e sarebbe comunque il secondo miglior risultato dell’attuale gestione. Io non so dove arriveremo, credo che tolte le prime sei che hanno una rosa decisamente piu’ competitiva, il Torino si giochera’ con Fiorentina, Atalanta (soprattutto se uscira’ in fretta dall’EL), Samp e la solita sorpresa la forchetta tra il settimo ed il decimo posto.

            Mi piace Non mi piace
        2. Alberto Fava - 3 mesi fa

          Ciao @sbatta68
          Scusa se mi intrometto, ovviamente non entro in merito alla discussione che stai avendo con l’altro nick, non mi interessa.
          Mi limito al tuo ultimo commento ” non arriveremo 17, arriveremo 8vi”.
          No, non sono d’accordo , se nulla si muoverà più , già con questo gruppo ( che a me piace molto) , io credo che andremo dritti come un treno in EL!
          Ciao e Forza Toro!
          PS- poi per quanto riguarda le statistiche, basta andare a consultare Wikipedia, li sicuramente ne sanno più di noi no?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Alberto Fava - 3 mesi fa

            abatta68, scusa non avevo gli occhiali giusti! :-))

            Mi piace Non mi piace
  4. Cri81 - 3 mesi fa

    Non capisco tutta questa critica, Sirigu, Zappacosta, lyanco, N’Koulo, Barreca, Rincon, Obi, berenguer, liajic falque belotti, mi sembra davvero una buona formazione, il tutto con una società forte e sana alle spalle, tutti gli anni La Rosa è migliorata poi a volte va meglio di altre, se vuoi crescere col bacino d utenza che ha il toro devi far così, tutti prof a gestire budget e calciomercato ma tutti a casa la domenica…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kaimano - 3 mesi fa

      Che bello vere una società forte e sana alle spalle ke vince 1 derby negli ultimi 20 anni e ke non arriva in semifinale di coppa Italia da secoli. Se questo è il calcio ke fa x voi, devo proprio dire ke la moglie di Cerci aveva ragione…il nostro non è e non sarà mai il calcio ke conta !!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cri81 - 3 mesi fa

        Si hai ragione molto meglio galleggiare fra la promozione in A e la salvezza all ultima giornata, voi far parte del calcio che conta inizia a fare L abbonamento comprare 20 t shirts e spendere soldi nel merchandaising, calcio che conta= 300 000 000 milioni di fatturato minimo all anno…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Cri81 - 3 mesi fa

        Calcio che conta = 300 000 000 fatturato minimo per anno. tu quando hai speso in abbonamento e gadget ufficiali L anno scorso?, é solo una questione di soldi e noi siam ben lungi da quei fatturati. Purtroppo avere una storia importante non conta nel calcio di oggi. Contano i soldi e i fatturati.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Kaimano - 3 mesi fa

          FALLIRE e come noi dovranno FALLIRE tutte le altre società inutile ke campano solo x un calcio finto utile solo per quietare il popolo ke preferisce manifestare x una partita di calcio piuttosto ke per un contratto FIAT rinnovato in modo anticostituzionale. Questo calcio non appartiene più allo sport ma è solo business. Tolte 3/4 squadre le altre possono pure sparire, ma del resto sono già inutili. Servono solo per fare numero e nn lo abbiamo ancora capito. Se volessero ridare importanza al mondo Calcio in Italia le vie ci sarebbero ma non vengono attuate perkè poco redittizio e troppo riskioso non avere le solite “BIG” in Champion League. Guarda Mediaset. Compra x 740 Milioni E i diritti x la CL ma nn tiene conto ke senza Inter e Milan, 2 e 3 società come bacino di tifosi, gli abbonati diminuiscono sensibilmente, e si perdono soldi. A distanza di 2 anni Mediaset rinuncia di partecipare all’asta x le coppe. Noi, con queste premesse, siamo inutili e, x come la vedo io, meglio sparire e rompermi la testa su altri temi. Lo dice un tifoso malato di Toro. unica religione della mia vita e non è eresia. Tra l’altro ai poteri forti serve un mediatore come Cairo e con lui tutti ci guadagnano. A Torino nessuna concorrenza ai gobbi. Massimo scopo dal 7 al 10 posto e sopravvivenza tranquilla senza spese. La città di Torino ha 2 squadre in serie A ma noi nn avanziamo pretese di terreni o altre cose scomode. Questa è la cruda verità, che ci piaccia o meno. Poi potete pensare che io sia un pessimista ma ognuno di voi è cosciente di tutto ciò ke ho scritto.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 3 mesi fa

            appoggio in pieno

            Mi piace Non mi piace
          2. Alberto Fava - 3 mesi fa

            Non voglio contraddirti, ci mancherebbe .
            Fai un ragionamento che fila e non fa una grinza.
            Però ….. siamo qui a scrivere, magari incazzarci per la nostra Squadra.
            Allora i casi sono 2 : o mandiamo a farsi fottere il calcio professionistico e non guardiamo più ne Toro ne altri giri milionar/massonici/semidelinquenziali.
            Oppure, oppure…. ci turiamo il naso e andiamo avanti facendo finta che “tutto va ben madama la marchesa” e lo accettiamo così com’è.
            Una cosa e certa, non saremo certo noi Tifosi di qualsiasi colore a far cambiare e/o migliorare le cose.
            Noi siamo i polli, pardon gli “utenti”, per me è così , punto.
            Quindi fin che la va , la va.
            Ciao e Forza Toro !

            Mi piace Non mi piace
          3. Athletic - 3 mesi fa

            A prescindere da Cairo, questo è un discorso, un evidenziare un problema, che esiste davvero e in parte mi trovo d’accordo.

            Mi piace Non mi piace
        2. Marino - 3 mesi fa

          Assolutamente nulla, l’imprenditore è lui, il capitale lo deve mettere lui. Altrimenti si fa una cooperativa, lui si toglie dalle palle e ogni socio apporta un quota del capitale. Ti faccio io una domanda: tu quanto hai preso dei profitti lo scorso anno? Zero? E allora perchè dovrebbe un tifoso partecipare alle spese se non può partecipare agli utili? E’ anche vietato dalla legge.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. abatta68 - 3 mesi fa

    Se la società avesse voluto speculare su Belotti non avrebbe esso nessuna clausola e avrebbe lasciato determinare al mercato il valore del giocatore per poi vederlo al migliore offerente. Cairo ha voluto blindato con una cifra fuori mercato a tre cifre e sei zeri! Giusto per capire in che mondo di fessi viviamo… A sentire le voci Belotti ė già stato venduto almeno 4 volte… E invece ė ancora qui!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. silviot64 - 3 mesi fa

      Mi spiace ma non è come dici tu. Il non aver posto una deadline è la prova probante che Cairo tenta il colpaccio alle spalle della squadra della quale non gli importa nulla o comunque molto poco rispetto al proprio tornaconto. Che poi faccia varie operazioni di facciata, tipo torneo mamma Cairo e simili, a me non interessa nulla. Dimostri con la prima squadra di tenere al Toro, poi può fare anche i tornei primavera.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cri81 - 3 mesi fa

        100 mil e un prezzo fuori mercato, se qualcuno è disposto a pagarli ma ben venga! In ogni caso ci guadagna il toro. Io penso che Cairo non sia tifoso ma neanche un cretino, intanto al fila ci siam tornati, il centro unificato per le giovanili lo stanno facendo, La Rosa è buona la società solida e lo stadio sempre mezzo vuoto… Ci sono giocatori tecnici e di prospettiva, il vivaio ha anche ricominciato a formare giocatori validi per la serie a. Ma possibile che non siamo mai contenti?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Luke90 - 3 mesi fa

          sono d’accordo .. ovvio che essere contenti è un’altra cosa. ma io ho Fede … e sono convinto che presto ce la giocheremo con le grandi. Con Cairo o con ql.n altro

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Alberto Fava - 3 mesi fa

        Il torneo Primavera, uno dei più belli di Torino lo faceva la società Barcanova ( oggi BarcaSalus se non erro).
        Che bei tempi per il Toro, era l’epoca di Mondonico…..
        FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. abatta68 - 3 mesi fa

        sei tu che non hai capito… la dead-line sono i 100milioni della clausola, senza di quella il giocatore avrebbe fatto le valige a maggio e si sarebbe sposato a Londra!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. umbbobb - 3 mesi fa

    visto che ci sono molto che criticano questa societa’ fate i nomi reali di acquirenti disposti a comprare il Torino FC? non mi sembra di vedere tutto questo movimento, se ci fossero reali compratori avrebbero tentato di fare delle offerte credo? sperate in cinesi o altri magari imprenditori piemontesi che sono sempre rimasti nell’ ombra?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 3 mesi fa

      Nomi non te ne faranno mai per un semplice motivo: perchenon ce ne sono. Ti ribaltano la questione, dicendo deve essere Cairo a mettere in vendita il Toro, e allora sì, secondo loro , ecco che gli imprenditori si metterebbero in fila per avere l’onore di acquistare il Toro. Peccato che quando Mantovani ha ceduto, non è riuscito a trovare nessuno meglio di Ferree. Peccato che Zamparini ha messo in vendita il Palermo e non si è presentato nessuno, se non un ex inviato delle bene. Peccato che Preziosi ha implorato chiunque volesse acquistare il Genoa, ma nessuno si è presentato. Il Parma lo hanno lasciato fallire, e tuttora non è arrivato nessun magnate arabo o cinese. Bisogna andare avanti oppure è sufficientemente chiaro?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 mesi fa

        Io non devo fare i nomi , tu li conoscevi i nomi a cui ha venduto l’inter Moratti ?

        Si chiamava Thohir ora ha di nuovo venduto ai cinesi li conoscevi i nomi ? C’era la fila ?
        La stessa cosa l’ha fatta berlusconi col milan.

        L’appeal della società palermo torino genoa non è la stessa ma queste società non hanno neppure i debiti delle altre 2 che per ripianarli c’è bisogno di una finanziaria ! Eppure lì si sono trovati i compratori , si saranno affidati a dei professionisti a delle società di marketing , non sono certo andati a porta palazzo per vendere !

        Ma siamo seri , via.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Athletic - 3 mesi fa

          Appunto, siamo seri. Milan e Inter sono conosciuti in tutto il mondo, i loro tifosi riempiono San Siro, noi riempiamo il nostro stadio quando giochiamo contro di loro, solo grazie ai loro tifosi, diversamente siamo i soliti quattro gatti. E nonostante queste differenze guarda a chi ha venduto Berlusconi, non si sa bene a chi, uno sconosciuto che si è fatto prestare soldi a interessi da strozzinaggio. Noi abbiamo meno tifosi di Genoa e Samp, fai il serio tu, e non portarmi esempi di club come Milan e inter, grazie.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Luke90 - 3 mesi fa

            Penso che Athletic abbia colto nel segno … noi parliamo di squadre di calcio ..nella finanza si parla di Brand … e qui cambia la musica. Tempo fa lessi un articolo e nelle prime 30 posizioni di squadre che hanno brand forti (e quindi appetibili) ci sono Juve, Milan ed Inter… secondo me, in questi casi, il calcio viene in secondo piano.

            Mi piace Non mi piace
          2. ddavide69 - 3 mesi fa

            Non riuscire a vedere oltre al proprio naso forse è una virtù, ma secondo voi chi le ha fatte conoscere queste società all’ estero? Voi comprerebbe un appartamento in via Roma a cinquantamila euro che per metterlo in sesto c’è ne vanno cinquecentomila??? Ma vi. Rendetr conto delle castronerie? Il Milan e l Inter e anche la roma sono solo state bene impacchettate. Senza tifosi non si va avanti è chiaro, ma che cosa fa crescere il numero di tifosi, i risultati sportivi o gli scudetti del bilancio!??? Ma vaa

            Mi piace Non mi piace
          3. Athletic - 3 mesi fa

            Il problema non è che non so vedere al di là del mio naso, il problema è tuo che sei proprio limitato di comprendonio. Vai all’estero a far conoscere il brand della gloriosa Pro Vercelli e fatti ridere in faccia.

            Mi piace Non mi piace
        2. Luke90 - 3 mesi fa

          certo che sei un fenomeno.
          secondo te Cairo prende una squadra da un fallimento e in 12 anni lo fa conoscere al mondo… ma veramente sii serio.. a sentir te se non ci conosce nessuno (e noi siamo quegli degli Invincibili) è colpa di Cairo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 3 mesi fa

            Prende una squadra da un fallimento: A COSTO ZERO solo che quelli come te dimenticano in fretta! Anche la fiorentina, il napoli erano fallite e pure la Lazio, ah no loro ha miliardi di tifosi…bah..pensate che deficienti i loro presidenti, hanno preso società fallite, qualcuna che ancora paga alle banche i mutui prorogati fino al 2028 eppure vincono la supercoppa… Mah.. Il TORO lo conoscono in tutto il mondo! Grazie alle gesta dei grandi, grazie ai quali, ti rammento anche noi siamo tifosi, perché altrimenti i tifosi del toro di oggi non esisterebbero proprio, ma noi seguiamo pure il basso profilo.. Fra un paio di generazioni con presidenze che si barcamenano per fare SOLO utili di tifosi ne rimarranno ben pochi…

            Mi piace Non mi piace
    2. silviot64 - 3 mesi fa

      Beh dipende sempre quanti soldi chiedi. Se per ma mia casa che vale 150 Mila euro ne chiedo 500 Mila nessuno si farà mai avanti. Questa è una altra storiella di Cairo che non sta in piedi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Marco Toro - 3 mesi fa

    Quindi fatemi capire una cosa il Monaco spenderà 100 mil. per comprare la riserva di Falcao? E Belotti andrà a Monaco per fare la riserva? Ma onestamente ho più paura del Chelsea!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Héctor Belascoarán - 3 mesi fa

    Ma poi. io mi gioco il mondiale nel campionato francese come riserva di Falcao? Mah!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 3 mesi fa

      Ciao Hector
      Magari Falcao farà la riserva a lui, oppure ce lo daranno in cambio.
      Ovviamente più conguaglio a nostro favore :-))
      Forza Toro hasta siempre !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. CUORE GRANATA 44 - 3 mesi fa

    Se risponde al vero la notizia che sia già stato ceduto al Monaco, a mio avviso Domenica non gioca per evitare qualunque rischio.Ritengo quindi che prima di Domenica la “matassa” verrà dipanata:vedremo come! Penso comunque che un “Amauri bis” non verrebbe tollerato persino dai “Cairoti di stretta osservanza”! FVCG!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

    In ogni caso, siccome non bisogna mai lasciare da parte l’aspetto goliardico del “giornalismo” sportivo italiano, su calciomercato.com dapprima scrivono “sospiro di sollievo per Belotti, il Monaco vira su Vietto” e poi “chiusa la trattativa per m’bappé al psg, Belotti verso il Monaco” precisando, udite udite, che Belotti andrà a sostituire Carrillo, che non ha mai convinto, come vice Falcao…quanto a chi sostiene che in base alle proprie fonti Belotti è già del Monaco da tempo, ovviamente spero si sbagli, anche perché 2 settimane fa circa, sempre in base a proprie fonti, qualcuno (non ricordo chi) sosteneva che il Gallo era già del Milan e che Cairo stava aspettando a dare l’annuncio per evitare un crollo degli abbonamenti…in ogni caso se deve venderlo che non sia per meno di 100 mln, poi avremo modo di discutere appassionatamente sull’utilizzo di tutti quei soldi per il Toro, visto che sono del Toro fino a prova contraria….o fino a distribuzioni di utili

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Akatoro - 3 mesi fa

    Secondo me il problema è che quando è stata messa la clausola nessuno immaginava né che il valore del gallo sarebbe cresciuto così tanto, né che le quotazioni in generale sarebbero state tali. Vedi 45 per bernardeschi, 140 mbappe’, 70/80 per morata o lukaku. Lo stesso niang che è un mezzo fallimento oggi costa sui 20. Definiamo gravissimo l’errore di non aver messo la deadline, stesso errore che comunque ha fatto il Barcellona con Neymar, e chissà quanti altri top sono con clausola e senza data limite

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luke90 - 3 mesi fa

      La clausola viene definita dalle parti (società e giocatore … il quale ne ha un suo tornaconto) per definire un prezzo (onde evitare casi tipo Borussia) o per scoraggiare. Ora se Immobile, tanto per stare in tema, fu valutato 20Mil. circa, capocannoniere di una squadra che, di riffa o di raffa, è andata in EL, quanto può valere un ragazzo di 23anni, senza alcuna esperienza internazionale, che conclude un torneo in modo (abbastanza) buono (ad un certo punto ha smesso di segnare) in una squadra da metà classifica? ovvio che 100Mil. non li vale ma probabilmente neppure 50. E chi può permettersi certe cifre non spende a fine mercato… a meno che non ne sia costretto. Purtroppo la clausola come ogni medaglia ha due facciate..
      Io penso che la clausola sia stata fissata per scoraggiare gli squali e i lupi. Lo sapevano Cairo e Belotti. Se poi fosse successo .. tutti contenti: Belotti sicuramente in un top club e soldi freschi per il Toro.
      La deadline, a mio avviso, deve essere decisa da entrambe le parti e ciò non toglie che il mercato abbia sempre la sua scadenza naturale .. e chi comanda è il giocatore (lo abbiamo visto e lo stiamo vedendo)… certo ci sono i contratti ma se poi il giocatore è triste o gioca controvoglia o non ci mette impegno (come mi pare di aver letto su certi post), insomma se il giocatore si lascia tarpare le ali, che si fa?! Beh adesso lo vedremo…
      Su Niang, detto che non mi fa impazzire, vorrei che Cairo lo portasse al Toro a 12Mil solo per ridere in faccia ai milanisti… che, a casa loro, non fanno altro che insultarci.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marino - 3 mesi fa

        Se Belotti non vale 50 milioni (ci sta tutto) Sadiq deve prendere meno di un metalmeccanico e Benassi deve essere ceduto gratis. A questo il mendicante non ci ha pensato però.
        Tranquillo che il milan continuerà a vincere, tu questo anno come quello prima non vincerai un qazzo. Io invece spero che Belotti si svaluti, così rido in faccia al barbone.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marino - 3 mesi fa

      Ci sono differenze e grosse tra il caso Belotti e quello Neymar, tali da non renderle paragonabili, se non in parte.
      Neymar non era in vendita, Belotti si. Il Barca non vende i migliori, Cairo fa quello di mestiere. Neymar era in una delle squadre più forti del mondo, fa tutte le Coppe e lotta per vincerle tutte e spesso ci riesce. Belotti gioca con 4 scamorze che non hanno i piedi, non vede nessuna programmazione, non ha mai vinto e con il Toro non vincerà mai nulla, da altre parti a parte i soldi migliora in tutto.
      Il Barca non si aspettava che qualcuno pagasse qualla cifra, Cairo non vede l’ora di mettersi i soldi in tasca.
      Ovviamente il Toro è di Cairo, non dei tifosi, ci mancherebbe. Proprio per questo motivo da me non vede, nè vedrà mai un euro. Sue le spese, sue le entrate.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Athletic - 3 mesi fa

        Ma chi ti cerca, stai a casa o vai vedere il milan, visto che a quanto scrivi ti piace tanto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. stevetoro - 3 mesi fa

    cairo non ha voluto mettere un limite temporale .perche’ spera di venderlo, se poi non riuscira’ a comprare un sostituto in tempo,lo fara’ a gennaio, tanto tra 8 0 9 posto la differenza non esiste, vedrete che uno tra niang o zapata …….arrivera’, magari in prestito con obbligo di riscatto….i soldi x questa copertura ci sono, male che vada vendi belotti a un po meno l’anno prossimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Franco - 3 mesi fa

    Il problema è che Belotti sembra abbia già concluso con il monaco , ma da settimane, spero di sbagliarmi, ma ne sono praticamente certo date le mie fonti ….. giocherà ancora Domenica e poi il passaggio ! Mi spiace x il Gallo da tifoso romantico….per questa sua scelta davvero….ma alla fine ha fatto a mio parere la miglior scelta …per il bene suo (vada pure se tanto ci tiene al calcio che conta) ma soprattutto della nostra società, che potrà così creare qualcosa di grande (speriamo) ,con i soldi incassati…..Il gallo resterà per me un gran campione, forse il più grande degli ultimi anni che abbiano mai indossato la nostra maglia! ,ma averlo infelice e con una squadra a metà pure no grazie! …..mentre sul discorso catastrofico nel caso dovessimo cederlo beh….no! non sono d’accordo,non gira tutto il Toro intorno al Gallo caro amico granata…. invece arriverebbero 3 innesti validi che ci darebbero più credibilità per un posto più ambito quest’anno….rinforzando finalmente tutti i reparti…. quello che ci manca n fondo….io credo che gli accordi siano stati già presi da settimane ….quello che invece leggiamo sui giornali è solo puro fumo negl’occhi per fare notizia e creare ansia da fine mercato. Credo che non rimarremo a bocca sciutta, per giudicare aspettiamoil termine del mercato.L’innesto di un Niang….zapata …donsh …..lopes….tonelli o chi per essi arriverà in caso di cessione Gallo…..sarà solo positivo per il nostro Toro! FVCG!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marino - 3 mesi fa

      Chiedi anche alla tue fonti che credibilità ha il mendicante. Mentana lo chiama in tv braccinocorto, gli altri dipendenti della 7 in modo decisamente peggiore. Sicuramente la vendita del Gallo porterà solo benefici al Toro, vittorie su vittorie come da anni a questa parte, nello scudetto del bilancio ovvio.
      Anche questo anno vediamo vincere gli altri

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iard68 - 3 mesi fa

        Marino, tu sei un gobbo potenziale. Pensaci bene, tifi la squadra sbagliata. Hai parlato di vincere, vittorie e titoli più tu in un giorno di post che Agnelli in un mese… Va a vedere Milan e Juve.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. iugen - 3 mesi fa

      E scusa quali sarebbero le tue fonti da essere così attendibili?
      Per il resto concorda con il tuo discorso ma ora è tardi, qualsiasi giocatore tu voglia devi strapagarlo perché siamo alla fine e ormai la squadra è fatta, forse si può prendere un esterno titolare al posto di Berenguer (non Niang, please). Avedno tutti sti soldi prima invece si poteva puntare anche a qualcosa di meglio di Rincon, per dire

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Franco - 3 mesi fa

        Fonti interne, ma comunque il punto è che il mercato ….non è tutto quello che leggiamo nei giornali, a volte certiaccordi vengono presi prima….poi sopra si costruiscono dei teatrini mediatici per farci fare le seghe mentali a noi che compriamo i giornali e guardiamo accaniti i notiziari sportivi per saperne di più….ma certi “affari” credetemi…. vengono stipulati prima scatenando poi una specie di catena….da quel che so (poi ovviamente tutto può essere,nulla è certo….)Belotti avrebbe accettato per il monaco, Niang per il Toro e in arrivo con i soldi del gallo si sbloccherebbe Zapata e Tonelli (altro che attesa per i preliminari) , poi Donsah e Lopes dal monaco….ripeto….anche per me fa strano,ma questo è quello che mi è stato riferito….e no non posso dire chi ovviamente, prendetelo come puro fantamercato e non come affermazione certa 😉 Io sono per tenere il Gallo da tifoso romantico,ma sinceramente comprendo che in un calcio così come quello di oggi , dove anche un Paletta te lo farebbero pagare 10ml. , fare valenza e sacrificare un pezzo da 90 può servire a far crescere….difatti così avremmo 4 innesti di ottima qualità e rinforzi …..più un tesoretto di circa 50 ml. da tenerci per eventuali spese e crescite future. Dire che nn vinceremo mai nulla non è costruttivo, questi sono gli anni dove faremo il salto soprattutto economico ….nel giro di 2 anni torneremo ai vertici e non come il milan cinese che chiede prestiti per comprare i fenomeni….io sinceramente preferisco questo tipo di politica! poi ognuno la pensa come vuole! SFVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

          Ciao @franco personalmente non conosco fonti se non quelle di Lurisia vicine a casa mia però la penso esattamente come te.
          Gli indirizzi sono moltissimi….
          Il silenzio al limite del parossismo del capitano della nostra squadra, Niang che rifiuta un ricco contratto, Zapata bloccato, le voci su Lopes, Raiola che vuole Belotti nella sua scuderia, la prestazione imbarazzante di Belotti contro il Bologna, unica cosa normale il nostro mercato…sempre al risparmio eccezion fatta per Rincon (stranissimo) e per Savic che reputo molto inferiore al Gomis visto contro la Lazio.
          Ottimo almeno in prospettiva Lyanco che potrebbe diventare in 3 anni la prossima mega valenza.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

            Non me ne vogliano i fratelli granata che citano fonti ma non vorrei che da queste fonti stesse sgorgando vodka a fiumi per ubriacarci di notizie inverosimili…anche perché mi è parso di capire che niang e lopes sarebbero alternativi mentre, se non erro, i preliminari di champions il napoli li ha superati e Tonelli è ancora lì, anzi sta trattando con la Samp così come Zapata (sempre a quanto pare)…il fatto è che il mercato è talmente incerto e lo sarà fino all’ultimo che mi sembra strano che certe cessioni milionarie siano pianificate con così largo anticipo…comunque per carità se i fratelli granata sono sicuri delle loro fonti meglio perché a quel punto sicuramente la squadra sarebbe decisamente migliore…se così non fosse mi farò dare l’indirizzo delle fonti dalle quali sgorga vodka perché a un bicchiere di quella buona non si dice mai di no

            Mi piace Non mi piace
          2. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

            Okkio granatiere dopo i discorsi di ieri sulle Russi… oggi citi la Vodka..
            Urano si avvicina….

            Mi piace Non mi piace
          3. Luke90 - 3 mesi fa

            te lo dico da amico … se davvero, come dici tu, la prestazione imbarazzante contro il Bologna, fosse dovuta al fatto che è stato ceduto o in procinto di … ecc. ecc. perderei tutta la stima nell’uomo Belotti: sei un professionista e ti comporti come tale. Se te ne volevi andare, bastava dirlo come hanno fatto in tanti prima di lui.
            E poi mi sembra davvero strano che uno come Cairo che lato mercato ha fatto sempre abbastanza poco, tutto ad un tratto prenda Niang, Lopes, Tonelli, Zapata e Donsah .. nemmeno si fosse messo in testa di vincere ql.sa….

            Mi piace Non mi piace
        2. iugen - 3 mesi fa

          Però scusa se è tutto deciso da settimane non potevamo concludere sto affare e prendere Simeone? Chiunque con un po’ di sale in zucca capisce che è meglio lui di Zapata. Il colombiano non mi piace proprio, a quel punto meglio altri. Ma per esempio Babacar? O altri suggeriti in questo forum ma meno pompati (stesso discorso per Niang)

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. gigi.bosi_957 - 3 mesi fa

      mah a me Alberto ha detto che punteranno su altri..e ne sono praticamente certo vista la mia fonte…:)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Héctor Belascoarán - 3 mesi fa

      Più che altro, se avessero già tutti gli accordi in tasca per la cessione non l’avrebbero fatto giocare a Bologna e non scenderebbe in campo con il Sassuolo, vuoi mettere: un patrimonio di 100ml sul campo, e se si rompe?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

      Che in questo calcio ormai impazzito tutto possa succedere è vero,quindi anche una cessione di Belotti all’ultimo giorno può essere nelle ipotesi,che sia già stato venduto non lo crederò mai.
      Chi è quel pazzo che tira fuori 100 milioni di euro per acquistare un giocatore e gli lascia tranquillamente giocare 2 partite di campionato con la ormai vecchia società di appartenenza con il ridchio che si faccia male con tutto ciò ne consegue…..???
      Suvvia cerchiamo di essere razionali….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Kaimano - 3 mesi fa

    Se il Monaco prende i soldi di Mbappè l’unico attaccante di valore e di prospettiva in Europa è Belotti. Vietto difficilmente verrà venduto a 1 settimana dalla fine del calciomercato. Con Belotti il problema non sussiste: paghi la clausola e tanti saluti.
    Cairo sarà felice perchè:
    1) Prende 100 milioni all’ultimo giorno di mercato e potrà, come sempre, accusare Belotti di mancato rispetto dei patti (stile Immobile, Cerci, etc)
    2) Non avrà più tempo per tornare sul mercato e fare pazzie e dovrà accontentarsi di quello ke c’è, sperando ke nel frattempo Zapata, Niang o Pavoletti non si siano già accasati.
    Ovviamente di 100 Milioni ne verranno investiti al massimo 30 con un guadagno totale di 70 Milioni.
    I 70 Milioni si andranno a sommare con quelli già presenti in cassa, di cui tutti ci scorderemo il prossimo anno.
    Ovviamente ci saranno i pecoroni che diranno:
    Teniamoci Cairo altrimenti si andrà in Promozione e poi alla Domenica cosa faccio ?
    Se questo sarà lo scenario mi aspetto perlomeno le dimissioni di Miha…sarebbe coerente !!!
    Diverso il discorso se compra Zapata, Niang e un gran centrocampista.
    Se investi almeno 70 Milioni dei 100 presi x il gallo fai uno squadrone da CL e non solo da EL e sarei ben felice di fare i complimenti alla Presidenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. umbbobb - 3 mesi fa

      ricordo che Cerci e Immobile volevano andare nel calcio che conta non e’ stata sicuramente colpa di Cairo e poi abbiamo visto i risultati di entrambi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 mesi fa

        Io invece ricordo che immobile non lo abbiamo riscattato noi , quello del calcio che conta era Cersci : solo lui!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Luke90 - 3 mesi fa

          io ricordo che Immobile intervistato a Coverciano disse che quell’occasione (Borussia e CL) se l’era guadagnata con il sudore e la fatica … al Toro non ci voleva stare… e quando, fallito il tentativo ritorni con la coda fra le gambe “solo” per riguadagnarti il posto in nazionale, chiedi un ingaggio fuori portata e lo sai (perchè conosci le politiche degli ingaggi della sua ex squadra) ribadisci che non ti interessa.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 3 mesi fa

            Stralcio dell’articolo apparso su questa testata all’approdo di immobile alla lazio e dopo la partita torino-lazio:

            “In questa stagione” continua l’attaccante napoletano “i fischi dei tifosi granata mi hanno fatto molto male, anche se voleva dire che mi avevano amato moltissimo. Comunque io non ho voluto dire come siano andate veramente le cose: chi ha voluto capire le scelte, che non sono state solamente mie, ha capito il mio gesto di non esultare”.

            Lasciano intendere anche dell’altro…….

            Mi piace Non mi piace
        2. cugio - 3 mesi fa

          io ricordo che immobile se n’è andato senza dire una parola, non penso proprio volesse restare….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 3 mesi fa

            magari per evitare di mettere di mezzo i vari petrachi o cairo …che ne sappiamo ?

            Magari non lo hanno trattato come si aspettava e a differenza di altri che poi sparlano (vedi benassi ) è stato un signore…

            Mi piace Non mi piace
    2. umbbobb - 3 mesi fa

      poi vedo una fila di compratori disposti a comprare il toro?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marino - 3 mesi fa

        Provasse a metterlo in vendita, magari qualcuno arriva, certo se ci guadagna alla grande è difficile che lo voglia vendere.
        Strano che con questi squadroni che mette su bracciamozze i giocatori vogliano andarsene, avrebbero tutti da imparare dai Castan, Carlao e altri fenomeni. Guarda anche le squadre che li hanno comprati come sono arrivate, e sopratutto guarda cosa hai vinto tu in 12 anni di era mendicante. Un’assoluta mazza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 3 mesi fa

        I compratori ,se vuoi vendere veramente , te li devi andare a cercare .

        Pensa : lo hanno dovuto fare anche Thohir e Berlusconi , altrimenti l’iter e il milan ce li avrebbero ancora sul groppone …. la verità secondo me è che le cose soprattutto a queui livelli DEVI volerle fare .

        In ogni caso una società di calcio , che non è una società quasiasi , dovrebbe vivere di obbiettivi sportivi non di obbiettivi di bilancio che deve rimanere uno strumento e non il fine ultimo della società.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

      Concordo con te sulla linea che seguirebbe l’Avaro in caso di cessione di Belotti, nella prima parte ovviamente, l’ipotesi ottimistica a piè di pagina non la prendo neanche in considerazione. Bisogna però vedere se il Monaco vuole spendere 100 mln (e in Francia questo non l’hanno mai detto)…con quei soldi penso che anche il Monaco potrebbe fare investimenti di un certo tipo visto che loro la champions la fanno, al contrario purtroppo di noi…io non credo che solo perché incasseranno tutti quei milioni li spenderanno scriteriatamente per un giocatore seppur bravo per far contento Cairo…in ogni caso sarebbe veramente un calar di braghe se si scendesse sotto i 100 mln. Almeno in quello spero che il presidente non receda affinché le altre squadre, in Italia e in Europa, sappiano che se vogliono i nostri giocatori li devono pagare quanto stabilito e basta. 1 saluto granata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Marino - 3 mesi fa

      Io preferisco vedere la Primavera, a dirla tutta. Forse la domenica rimaniamo senza calcio, ma il mercoledi possiamo sempre vedere perdere la Juve, cosa che, spero concorderete, non ha prezzo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. silviot64 - 3 mesi fa

    Cairo non ha messo nessuna deadline perché spera fino all’ultimo di incassare 100 mln. Quindi per lui non è affatto un errore, se commettesse errori del genere non sarebbe arrivato dov’è.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

    Faccio un piccolo ragionamento:
    1) NIANG è della scuderia di Raiola
    2) Il mancato trasferimento di Donnarumma ha causato un danno patrimoniale e soprattutto di immagine al procuratore.
    3) Raiola tramite Niang sta mandando il segnale a Fassone e Mirabelli che con lui non si scherza
    4) Galliani aveva sicuramente promesso a Raiola una percentuale sulla rivendita del giocatore, percentuale che il milan non gli vuole riconoscere
    5) Il TORO in qs momento è funzionale (visto che Sinisa vuole il calciatore) alla strategia di Raiola
    6) Se il milan paga la commissione a Raiola… Niang andrà a Mosca
    7) Raiola passerà in caso di esito felice della trattativa all’incasso molto presto forse già con Belotti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iugen - 3 mesi fa

      Raiola è un ottimo motivo per non prendere Niang. Oltre a tanti altri

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Simone - 3 mesi fa

    Questo vale anche x il monaco x Mbappè

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. morassut.maur_931 - 3 mesi fa

    Non aver posto la dead line (es.l’inizio del campionato) è stato un errore gravissimo da parte di Cairo, speriamo di non pagare pegno. La cessione adesso sarebbe un tragedia perché il Gallo è insostituibile, bisognerebbe cambiare tanto della squadra e non c’è più tempo.Presidente, e adesso? Dobbiamo solo sperare che non arrivino con i soldi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dingo68 - 3 mesi fa

      La deadline è volontà di non venderlo. Forse non si è capito bene che Belotti non è sul mercato ma la clausola rescissoria come ben specificato nell’articolo non ti tutela da sortite all’ultimo minuto….al massimo ti tutela da capricci del giocatore o dai Raiola di turno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marino - 3 mesi fa

      La cessione adesso per bracciamozze è l’ideale. Racconterà che purtroppo… avrebbe voluto… ma ora sul mercato non c’è nulla… E’ un classico suo, se ne vanno sempre a sua insaputa gli ultimi giorni e lui riesce a comprare solo Rossettini e Carlao. Mi pare che uno che compra RCS non può essere più ingenuo di un tifoso, lo sapeva da subito che senza deadline chiunque arrivi a 100 milioni e anche a meno si prende il Gallo e se non ora, lo può fare a dicembre. Belotti che non dimentichiamolo se non ora va via l’anno prossimo, il mendicante lo vuole comunque vendere.
      Concordo con Graziani, con lui o senza di lui, con sto elemosinante non si vince una fava.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ddavide69 - 3 mesi fa

      dipende quele fosse l’obbiettivo di cairo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy