Toro: esordio-talismano, poi filotto di fuoco. Ma le big dovranno fare i conti con le coppe

Toro: esordio-talismano, poi filotto di fuoco. Ma le big dovranno fare i conti con le coppe

Il calendario / A novembre, Derby in trasferta per la terza volta di fila. Serve una partenza sprint, sorteggio complicato nella seconda parte, tradizione positiva al debutto con le esordienti

Commenta per primo!

Il sorteggio ha avuto il suo esito e il Torino di Giampiero Ventura, alla prima giornata, affronterà in trasferta il Frosinone di Roberto Stellone, squadra neopromossa e al debutto assoluto in serie A, che ha ben figurato in B l’anno scorso ma che quest’anno sembra tra le avversarie più abbordabili.

TRADIZIONE POSITIVA – Inoltre i granata hanno una tradizione positiva con le debuttanti all’esordio, considerando che vinsero nel 1992 con l’Ancona, nel 1993 con il Piacenza e nel 2013 con il Sassuolo. E abbordabile sembra essere anche l’ultimo turno, quando il Toro farà visita all’Empoli per chiudere la stagione. Il Castellani è sempre un campo ostico, ma i toscani non sembrano più essere quelli dell’anno scorso.

LE BIG E I DERBY – Ovviamente sarà il campo a parlare, ma guardando il calendario si possono fare alcune riflessioni anche per quanto riguarda quel che c’è nel mezzo. Dopo un inizio abbastanza agevole infatti, dalla metà in poi il Toro troverà molte delle cosiddette big, e tutte, all’andata, in casa, con l’eccezione di Lazio alla nona giornata il 25 ottobre, Juventus (per la terza volta su tre l’andata sarà allo Stadium) all’undicesima giornata il primo di novembre, e Napoli, alla diciottesima e penultima giornata il giorno della Befana.

Il derby di ritorno sarà invece il 20 marzo all’Olimpico, con i tifosi granata che si saranno sicuramente già segnati questa data. Detto questo, osservando il sorteggio appare chiaro che al Torino servirà una partenza sprint, nella quale accumulare più punti possibili, presentandosi al cospetto di chi vorrebbe giocarsi il campionato, fiero di un bottino di tutto rispetto già stipato in cascina. 

Inoltre, partendo bene, i granata potranno giocare con la testa sgombra, mentre squadre come Lazio, Roma e proprio la Juventus dovranno fare i conti con le coppe, piazzate proprio a ridosso delle sfide contro la squadra di Ventura. 

Il sorteggio ha avuto il suo esito, il dado è tratto: che sia un felice campionato, giocato ad alti livelli.

0 commenti

Commenta per primo!

Recupera Password

accettazione privacy